Chiaravalle: problemi all'istituto Montessori, i genitori protestano

2' di lettura 15/09/2015 - Inizio di scuola controverso per gli alunni dell'istituto comprensivo Montessori. “Solo venerdì scorso – dicono alcuni genitori - la dirigenza scolastica ha comunicato alle famiglie che alcune delle classi, due seconde elementari ed una terza, saranno spostate presso la vecchia ala dell'istituto Montalcini, facente parte di un diverso istituto comprensivo. La giunta comunale ha infatti formalmente consegnato i locali adibiti al trasferimento delle tre classi solo nel pomeriggio di venerdì”.

A giustificare la variazione sarebbero ragioni legate alla necessità di avere spazi in cui realizzare i laboratori. Alla riunione di venerdì pomeriggio, animata dalle tante perplessità e richieste dei genitori, sono emerse tutte le problematiche che la decisione comporterà. “Ci sono famiglie – evidenziano i genitori - che hanno scelto l'istituto ad indirizzo montessoriano per comodità logistica, altre famiglie dovranno contemporaneamente accompagnare e riprendere più figli allo stesso orario di entrata e uscita ma in due istituti diversi, altre famiglie che accompagnano i propri figli anche da altre città. Lo spostamento inoltre prevede la allocazione delle tre classi nei vecchi locali della scuola elementare Montalcini, per i chiaravallesi “le scuole rosa”, istituto che a sua volta, non avendo abbastanza spazi al proprio interno ha dovuto spostare, già da qualche anno, alcune classi presso la struttura delle scuole medie.

La dirigenza dell’istituto Montessori ha assicurato che le aule destinate all'accoglienza delle tre classi sono state organizzate al meglio. Resta ancora non chiara e non definita da parte della dirigenza scolastica la soluzione delle problematiche: non sono state fornite indicazioni certe neanche sulla organizzazione di bus o navette per accompagnare i bambini”. Secondo i genitori, nonostante la disponibilità a limitare i disagi, assoluta sembra la disorganizzazione della scuola di fronte ad una decisione presa in tempi troppo ristretti di fronte all’importanza di garantire ai bambini ed alle famiglie un servizio di qualità. “Visto che il comune non ha agevolato nei tempi le attività di spostamento – sostengono i genitori - la scuola avrebbe dovuto rimandare il trasferimento”. Non mancano comunque quelli che, non subendo disagio dal cambiamento, sono favorevoli al “trasloco” che garantirà maggiore vivibilità ai bambini. Il nuovo dirigente Alfio Albani, nominato reggente in quanto già in ruolo presso il liceo classico di Senigallia, durante l’incontro con le famiglie ha riferito che è stato sbloccato il piano per la realizzazione della nuova sede dell’istituto Montessori, adiacente al campo sportivo.

La nuova scuola potrà ampiamente contenere tutti gli studenti e sembra che per la realizzazione saranno sufficienti 12 mesi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2015 alle 11:29 sul giornale del 16 settembre 2015 - 2929 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, chiaravalle, genitori, gianluca fenucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/an8H


Mirco Fuligna

19 settembre, 11:10
Io penso che la qualità della scuola a Chiaravalle non risentirà di questo piccolo cambiamento.-rnCordiali saluti

mirco fuligna

11 ottobre, 11:11
....eppoi da sentito dire erano aule forse anche non utilizzate...quindi che dire. Cordiali saluti