Monte S. Vito: diocesi e parrocchiani vicini a Don Andrea

Don Andrea Rocchetti 2' di lettura 22/02/2016 - La diocesi di Senigallia fa quadrato intorno a don Andrea Rocchetti ma anche i cittadini ed i parrocchiani di Monte San Vito, salvo rarissime eccezioni, sono con lui e gli dimostrano affetto e vicinanza.

Il giovane parroco di Monte San Vito e Borghetto è sereno e non sembra turbato dal clamore scatenato su di lui dagli attivisti di Forza Nuova che lo hanno accusato di aver distribuito a famiglie e fedeli un’immagine blasfema e scandalosa di due donne che si baciano.

“Come ho già detto – afferma don Andrea mentre sta raggiungendo un gruppo di giovani della parrocchia – avevo più volte spiegato con precisione il messaggio insito nel dipinto: giustizia e pace si baceranno c’è scritto nel Salmo 84 ed io volevo proprio trasmettere un annuncio di amore e di fratellanza, in occasione della visita pre-pasquale alle famiglie. L’abbraccio ed il bacio tra Maria, madre di Gesù ed Elisabetta, madre di Giovanni Battista, è stato splendidamente raffigurato dal pittore francese Arcabas, da tutti riconosciuto come il maestro dell’arte sacra contemporanea e mi sembrava bello condividere questo messaggio di pace ed amore con la gente della mia parrocchia. Io ho ricevuto apprezzamenti ed attestati di stima”.

Dagli uomini di Chiesa della diocesi di Senigallia arrivano solo parole di comprensione e di affetto per don Andrea. Don Paolo Gasperini, vicario della pastorale, sottolinea il fatto che don Andrea ha utilizzato un’immagine celebre dell’arte sacra mentre il vescovo Francesco Manenti, insediatosi da appena un mese, non vuole rilasciare dichiarazioni, “perché – dice il neo vescovo giunto da Crema – non voglio dare la stura a strumentalizzazioni”.

Le sue parole comunque sembrano di comprensione per il parroco quarantenne di M.S.Vito, finito nell’occhio del ciclone, che per 5 anni ha svolto con molti apprezzamenti e ottimi risultati il ruolo di responsabile degli oratori di Chiaravalle. “Don Andrea sta svolgendo bene la sua funzione – dice don Giuseppe Giacani, parroco di Chiaravalle – è un giovane sacerdote molto dotato e carismatico soprattutto con i giovani. Ha entusiasmo da vendere ed ideali che si sposano benissimo con quelli dei nostri ragazzi”.

Stima ed apprezzamento per don Andrea arrivano anche da tanti parrocchiani mentre, dopo quelle del sindaco Sabrina Sartini, anche il consigliere di minoranza Thomas Cillo ha parole di affetto, solidarietà e sostegno per il parroco.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2016 alle 11:40 sul giornale del 23 febbraio 2016 - 15729 letture

In questo articolo si parla di attualità, gianluca fenucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atYD


Pietro Romagnoli

09 marzo, 19:51
Don Andrea è il Nuovo vada avanti così che è la strada giusta!!!
Le contestazioni esistono e sempre esisteranno!!!




logoEV