Monte S. Vito: Meetup M5S 'La giunta delibera querela a giornalista'

Meet Up 5 Stelle Monte San Vito 22/05/2016 - Apprendiamo dai social, in particolare da un post su FB comparso nel profilo dell’avvocato Sartini attuale Sindaco del comune di Monte San Vito, che la Giunta Comunale ha deliberato di proporre querela nei confronti del giornalista Francesco Mandolini.

Non è intenzione del Meetup 5 Stelle di MSV entrare nel merito della questione se l’articolo comparso nel blog sia o non sia passibile di querela, se sia coperto o non coperto dall’Art.21 della nostra Costituzione o quali altre disquisizioni di merito. La posizione dei cinquestelle nei confronti dell’informazione è chiara ed è nel programma nazionale accessibile a tutti.

Dai vari commenti e risposte, capiamo che l’Amministrazione si è attivata come organismo collegiale perchè vede un possibile danno per l’Ente e non per una presunta calunnia nei confronti dei componenti dell’Amministrazione, cioè il danno è da intendersi al prestigio ed alla immagine della città, dei cittadini e della comunità. Logico quindi agire come rappresentanti comunità e non come singoli.

Secondo noi però, se calunnia c’è, è a carico invece dell’Amministrazione e delle scelte politiche dei suoi componenti, in effetti come cittadini non rileviamo alcun danno di immagine al nostro splendido paese o alla sua comunità. In nessun luogo è stato scritto di Monte San Vito come comunità, bensì è stato scritto in modo specifico riguardo presunte scelte della sua Amministrazione, che non è sinonimo di Ente.

Il Meetup 5 Stelle di MSV si trova quindi ad essere osservatore di un evento che, a parer nostro, avrebbe dovuto essere gestito sul piano della risposta politica, rigettando di netto l’uso perentorio dello strumento legale in questo contesto che, di fatto, coinvolge nella vicenda la comunità tutta.

A questo punto siccome il querelato afferma di voler andare avanti nel contenzioso per invocare la facoltà di prova, il Meetup 5 Stelle di MSV vede due punti sui quali mantenere una giusta attenzione.

Il primo, che è un punto di merito, è che effettivamente il procedimento nei successivi passaggi venga riconosciuto essere stato correttamente impostato come tutela dell’immagine dell’Ente, dei cittadini e della comunità tutta nella certezza che vi è una discreta parte di comunità che, come noi, dissente da questa decisione, il secondo è che i procedimenti deliberati, ovvero la querela, definitiva non daranno luogo ad alcuna spesa per l’Ente, ovvero, per la comunità, come dichiarato dal Sig. Sindaco.

Ci sentiamo di chiarire che questo, per noi, equivale a dire che non sono previste spese per tutto il percorso dell’azione legale intrapresa.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2016 alle 23:18 sul giornale del 23 maggio 2016 - 998 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san vito, querela, giornalista, meet up 5 stelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axdq