Il Matelica inaugura il nuovo campo con una vittoria in rimonta: battuta la Jesina

11/09/2016 - Porta bene al Matelica il nuovo manto sintetico installato nelle ultime settimane sul campo principale di località Boschetto. Dopo un'ottima Jesina nei primi 70 minuti infatti è proprio la squadra di casa ad avere la meglio con una pazzesca rimonta compiuta addirittura in 10 uomini.

Le due formazioni sono scese in campo quasi a specchio: sia Clementi che Vagnoni hanno schierato i loro giocatori in un classico 4-4-2, con gli attaccanti Pera e Esposito da una parte e Trudo e Shiba dall'altra.

Nei primi minuti si nota subito la parità tattica, con pochi passaggi in verticale e le difese ben piazzate. Il primo brivido arriva all'8' con il cross di Baldinini e l'interno destro di Esposito: il portiere è battuto, ma Tafani sulla linea interviene salvando il risultato. La Jesina però non è venuta a Matelica per fare una passeggiata e al 19' risponde al fuoco con un gran tiro di Cardinali dalla lunga distanza che finisce di poco a lato. Al 25' invece è il belga Proesmans a gelare il pubblico di casa con un colpo di testa su cross che termina fuori per poco. Non termina a lato invece la punizione di Shiba: al 40' infatti l'attaccante della Jesina fa partire un missile su calcio piazzato che trova l'opposizione solo della rete alle spalle di Marcantognini. 0 a 1 e pubblico ospite in delirio per il vantaggio dei leoncelli.

Nella ripresa il Matelica scende in campo, ma solo fisicamente. Al 48' Censori sfiora l'incrocio dei pali con un altro tiro dalla lunga distanza, mentre al 50' arriva il raddoppio. Ad esultare è l'ex Trudo che approfitta di un disimpegno errato della difesa matelicese e sigla lo 0 a 2. Cinque minuti dopo altra tegola per il Matelica: D'Orazio, già ammonito, interviene duro sull'avversario e viene espulso per doppio cartellino giallo. Fortunatamente, due minuti prima (al 53'), erano entrati Degano e Borgese e la partita aveva iniziato a prendere una piega diversa. La Jesina infatti ha finito le batterie ed il Matelica è salito in cattedra per cercare almeno di trovare un ormai difficile pareggio. Al 63' i primi segnali della svolta provengono da una traversa presa dai padroni di casa in seguito ad un bel colpo di testa di Pera. Un minuto dopo il gol che accorcia le distanze. E' proprio Pera in area a disorientare il difensore e insaccare di potenza a due passi da Tavoni. Al 69', sempre dallo stesso lato dell'area jesina (quello destro), Lunardini con una finta di corpo lascia scorrere la palla verso il fondo per poi girarla a Tavoni: sembra un tiro già parato, ma il portiere si lascia bucare facilmente per la rete del pareggio. Sulle ali dell'entusiasmo il Matelica riesce anche a segnare il 3 a 2 ed il gol è un capolavoro 'made in Pera'. Il bomber biancorosso riesce infatti a ricevere un lancio lungo in area e girare al volo la palla sul palo lontano.

La Jesina è ferita, ma riesce lo stesso a rialzarsi. Al 78' Anconetani entra in possesso della palla dopo un rinvio errato di Di Maio: tiro sul palo lontano e pallone fuori di un soffio. Nel finale il Matelica approfitta degli spazi lasciati dalla difesa ospite per cercare di chiudere la partita, ma Degano e Esposito non riescono ad entrare nel tabellino dei marcatori. Al triplice fischio il Matelica ottiene i 3 punti che la proclamano prima in classifica, mentre la Jesina torna a casa a mani vuote, ma con la consapevolezza di potersela giocare con qualsiasi squadra anche in trasferta.

MATELICA - JESINA 3 - 2

MATELICA: Marcantognini, Dano, Bartolini, Lunardini, Cacioli, Di Maio, Baldinini (53' Degano), Perfetti (53' Borgese), Pera (84' Frinconi), Esposito, D'Orazio. (A disp.: D'Avino, Candolfi, Gilardi, Negro, Di Pinto, Galli.) All Clementi.

JESINA: Tavoni, Compagnucci, Anconetani, Cardinali, Tafani, Di Natale, Proesmans (81' Vita), Censori, Shiba, Trudo (67' Bontà), Cameruccio. (A disp.: Bolletta, Sassaroli, Serantoni, Pierandrei, Rossini, Piersanti, Carnevali). All. Vagnoni.

Arbitro: Di Cairano di Ariano Irpino

Reti: 40' Shiba (J), 50' Trudo (J), 64' Pera (M), 69' Lunardini (M), 72' Pera (M).

Ammoniti: 30' Cacioli (M), 49' D'Orazio (M), 58' Esposito (M), 67' Pera (M), 81' Borgese (M). Espulso D'Orazio al 55' per doppia ammonizione.

Classifica: Matelica 6, Vasto 4, San Nicolò 4, Pineto 4, Civitanovese 4, Fermana 4, Jesina 3, Recanatese 3, Sammaurese 3, Alfonsine 3, Romagna Centro 2, Olympia Agnonese 2, San Marino 1, Monticelli 1, Castelfidardo 1, Campobasso 1, Vis Pesaro 1, Chieti 0.






Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2016 alle 17:18 sul giornale del 12 settembre 2016 - 275 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, calcio, Jesina, serie d, Riccardo Antonelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aA4R


Riccardo Ottaviucci

11 settembre, 22:56
anche il fango è sintetico?