Chiaravalle: al via la riqualificazione del patrimonio edilizio scolastico

I danni causati dal terremoto alla scuola a Chiaravalle 15/09/2016 - Il Comune di Chiaravalle ha da poco portato a termine una importante azione di riqualificazione del proprio patrimonio edilizio scolastico, dando esito al progetto esecutivo sull'adeguamento sismico e sul miglioramento dell'efficienza energetica del plesso A della scuola elementare “Marconi”, situata in via Leopardi. Operazione, avviata e conclusa, grazie all'utilizzo di 337.000 euro di finanziamenti statali a fondo perduto.

Sulla stessa linea è già partita la gara per poter mettere a norma anche l'edificio della palestra annessa alla scuola.

Per l'adeguamento sismico della “scuola Marconi” è stato previsto l’utilizzo delle più moderne tecnologie di ingegneria sismica, come ad esempio l'inserimento, all'interno dei telai in cemento armato della struttura, di controventi in acciaio dotati di opportuni dissipatori sismici; elementi questi che, tramite opportune piastre, dovranno scaricare a terra le eventuali azioni sismiche. A ciò è stato aggiunto anche il rinforzo dei pilastri già esistenti, attraverso fasciature con tessuto in fibra di basalto.

L'inserimento dei controventi ha comportato la demolizione e la ricostruzione di alcune specchiature di tamponatura. Le nuove tamponature sono state realizzate, per la parte esterna con foratoni in laterizio (mattoni) con isolamento in polistirene espanso estruso dello spessore di 8 cm, operazione utile per migliorare anche l'isolamento termoacustico dell'edificio; per la parte interna, a nascondere la struttura del controvento, è stata realizzata una doppia parete in cartongesso con inserimento di un isolante in lana di vetro. L'importanza di una buona progettazione delle tamponature, anche se elementi non strutturali, è stata ampiamente dimostrata in fase di ricognizione dei danni post-terremoto; in pratica è emerso che l'espulsione fuori piano delle tamponature può essere causa di danni a persone, cose e un intralcio per le vie di fuga.

Il progetto di incremento dell'efficienza energetica è stato condotto cercando di migliorare tutti quegli elementi edilizi modificati dall'inserimento dei dissipatori sismici; così da massimizzare, per quanto possibile, il rapporto costi benefici. Nello specifico l'intervento ha previsto la sostituzione dei vecchi infissi in ferro con vetro singolo, con l'inserimento di nuovi infissi molto più performanti in PVC. Le nuove finestre sono state progettate con l'inserimento di vetri di sicurezza per la protezione della caduta nel vuoto e per il miglioramento della prestazione termica; tali infissi infatti permettono di non far fuoriuscire il calore durante il periodo invernale e di non surriscaldare i locali durante quello estivo. Infine è stato aggiunto l'isolamento termico della copertura, realizzato con l'inserimento di 10 cm di vetro cellulare, prodotto al 100% con materiale riciclato.

Nell'immagine si possono vedere i danni post-terremoto alle tamponature di un edificio. Nelle altre immagini il funzionamento dei nuovi vetri installati nella scuola e l'operazione di copertura del tetto dell'edificio scolastico.


da "Chiaravalle più bella"
associazione chiaravallese







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2016 alle 18:28 sul giornale del 16 settembre 2016 - 1094 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, terremoto, chiaravalle, tetto, danni, chiaravalle piu bella

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBfi


Ennio Mencarelli

22 settembre, 14:08
Eh si, però bisogna raccontarla giusta, ragazzi: spiegate chiaramente, come fa il Corriere Adriatico di oggi 22 settembre, di chi è il merito! Il merito è tutto dell'assessore ai lavori pubblici del comune di Chiaravalle Frullini!!!!
Inoltre l’intervista all’Assessore spiega diverse cose, e le spiega proprio all’ indomani della riunione tra le segreterie cittadine di SEL e del PD nella quale i maggiorenti del PD locale avrebbero posto il loro veto sull’ipotesi di ricandidare a Sindaco di Chiaravalle , nel 2018, l’Avv. Costantini.......
In effetti( con buona pace delle anime candide di SEL ancora protese a cercare di convincere il PD dell' ex Assessore Brandoni, dell'ex Assessore Moscatelli, dell'ex Consigliere Rocchetti, dell'ex Sindaco Montali a ricandidare, e a sostenere, alle prossime elezioni l’attuale Sindaco…) l’odierna intervista al “trasparente” Assessore Frullini ( trasparente in quanto sino ad ora evanescente…), ci svela diverse cose.
La prima: il Pd ha già scelto il suo Candidato Sindaco per le elezioni comunali del 2018, vale a dire il Frullini;
la seconda: con l’intervista di oggi il Buon Frullini, sino ad ora silente, si intesta il merito di aver fatto eseguire lui quei lavori pubblici ( rifacimento dei manti stradali, risistemazione del campo dei pini, ecc.) che sino ad oggi la popolazione chiaravallese ascriveva, GIUSTAMENTE, a merito del Sindaco Damiano Costantini;
la terza: con l’intervista di oggi il Fullini ( e con lui la segreteria del PD Chiaravallese…) si intesta anche il merito dei lavori pubblici, già programmati dall’amministrazione Costantini,e che saranno svolti a Chiaravalle da qui al 2018 , data delle prossime elezioni amministrative comunali. Un modo per convincere i Cittadini chiaravallesi, alla vigilia di quelle elezioni, a credere che i lavori pubblici eseguiti a Chiaravalle siano merito del “candidato a Sindaco indicato dal PD, cioè lui, il Frullini!
Bene, se l’operazione mediatica è questa, penso proprio che essa sia destinata a fallire; primo perchè i Chiaravallesi, a cominciare da quelli che diedero fiducia a Costantini( anche al di là delle proprie convinzioni politiche ed ideologiche...), sin dal momento delle “primarie di coalizione” hanno già dimostrato di essere meno “allocchi” di quanto non ritengano alcuni ; dette primarie nel 2013 infatti videro prevalere Costantini, sul concorrente ex Assessore Comunale Giovanni Brandoni, espressione del PD….,umiliandolo politicamente.
In secondo luogo l’operazione mediatica messa in piedi con la benevola compiacenza dell’ex “Corriere de noantri”, ha avuto il merito di farci scoprire che Chiaravalle un assessore ai lavori pubblici ce l'ha e che costui NON E’ il Sindaco Costantini; quindi d’ora innanzi tutti quei Cittadini/e che hanno lamentele da rivolgere, spesso anche a mezzo stampa, per i ritardi ( veri o presunti…) del Comune nell’affrontare alcune emergenze, tipo allagamenti quando piove, o manutenzione di parchi e marciapiedi, ecc., sanno a chi rivolgersi: non più al Sindaco Costantini bensì all’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Chiaravalle FRULLINI, il quale, a quanto risulta dai bilanci del Comune, ha a disposizione ancora cospicue somme da investire!