Il PCI rinasce anche in Vallesina, il nuovo segretario è Manolo Bucciarelli

Partito Comunista Italiano 1' di lettura 21/09/2016 - Si è costituita nei giorni scorsi, dopo il congresso di Bologna, la sezione territoriale del Partito Comunista Italiano a Moie.


Nella sezione, che già conta alcune decine di iscritti, aderiscono compagni e compagne di vari Comuni della Vallesina tra cui, oltre a Maiolati, Serra S.Quirico, Mergo, Rosora, Serra de Conti, Castelbellino, Monte Roberto, Staffolo e anche Ostra.

Gli iscritti hanno eletto il Comitato Direttivo ed il Segretario nella persona di Bucciarelli Manolo. Tutti condividono il bisogno di costruire una società più giusta, meno violenta e a difesa dei più deboli.
Mentre l’Italia, con diverse motivazioni, è sempre più impegnata in diverse guerre, spende oltre 80 milioni di euro al giorno in armamenti nel silenzio quasi generale; milioni di uomini e donne non hanno lavoro, i giovani troppo spesso non hanno futuro e coloro che si presentavano come rottamatori e quindi innovatori stanno realizzando le politiche più conservatrici e classiste degli ultimi decenni della Repubblica.

Questi sono alcuni motivi per i quali oggi più che mai nel nostro Paese c’è bisogno della cultura dei comunisti italiani e della loro organizzazione, non ci si può accontentare di inveire solamente, è necessario lavorare seriamente per costruire un’alternativa valida a questa società fallita sotto tutti i punti di vista. Tra l’appiattimento e l’estremismo parolaio c’è di nuovo il PCI.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2016 alle 10:29 sul giornale del 22 settembre 2016 - 1170 letture

In questo articolo si parla di attualità, moie, Vallesina, Manolo Bucciarelli, sezione territoriale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBqn