Calcio: Jesina femminile, mancano 2 giorni al debutto in serie A, Cossu 'Partenza in salita ma siamo pronti'

jesina calcio femminile 3' di lettura 28/09/2016 - Sarà lo stadio Carotti a fare da cornice al debutto in serie A del calcio in rosa: la Jesina infatti riceve in casa l'Agsm Verona.


Appuntamento da non perdere quello di sabato 1 ottobre alle ore 15. In campo scenderanno le ragazze di mister Giugliano, per affronare la prima giornata del campionato di serie A.

Nel frattempo, oltre ad una dura preparazione anche una interessante fase precampionato con amichevoli di lusso in vista del palcoscenico più importante.

Ultimo test il 24 settembre scorso, contro il Grifo Perugia, dove le jesine hanno vinto grazie a due reti dell'attaccante Miriam Fiorella. Unica nota dolente, l'infortunio alla Catena, che salterà l'esordio di sabato.

Entusiasmo ma anche consapevolezza che è la serie A e non si scherza, nelle parole del direttore generale ALESSANDRO COSSU: "Per noi è un campionato nuovo, siamo certi che queste ragazze hanno lavorato tanto e bene sin dal 9 agosto. Fisicamente arriviamo benissimo alla prima giornata. L'unico dubbio, che ci sarà fino a sabato mattina, è la disponibiita della Campesi, mentre Catena è infortunata.
Andremo ad incontrare la squadra più titolata d'Italia, che fa la champions league
- dice Cossu del Verona - ci scontriamo contro ragazze che lo fanno per professionismo, le nostre sono dilettanti ma con tanto onore. Però noi ci siamo e ci saremo, cercheremo di provare a prendere punti da subito".

Esserci sabato è importante perché "è anche una vetrina che proponiamo alla jesi calcistica, sperando nella risposta dei tifosi perché possano rendersi conto del livello che abbiamo portato con tanti sacrifici nella nostra città, conquistando la massima serie. Ora siamo nelle mani, anzi nei piedi, di queste ragazze che finora hanno lavorato benissimo...vediamo di prenderci qualche soddisfazione dopo tanti anni di impegno. E non mi piace dire che partiamo per tenerci la serie A e per salvarci, prima ci sono altri obiettivi ben più alti...", conclude Cossu.

Come vincere sabato, o almeno provarci. Il campionato di serie A è durissimo, e il calendario della Jesina è tutto in salita: "Affrontiamo nelle prime partite le squadre più quotate sulla carta, dopo Verona andiamo a Firenze, poi c'è il Torino, tutte squadre costruite per fare cose grandiose. Affronteremo ogni partita per vincere, con il coltello tra i denti!".

Ora si fa sul serio: sabato arriva il Verona, vicecampione in carica della massima serie.
Ecco la rosa a disposizione, già collaudata nella fase di precampionato: Cantori, Guidi, Ciccioli, Mosca, De Sanctis, Lucarini, Picchiò, Barchiesi, Fabbretti, Cuciniello, Vagnini, Costantini, Battistoni, Porcarelli, Mari, Piergallini, Polli, Fiorella, Zambonelli. In dubbio, come preannunciato da Cossu, l'ultimo acquisto Campesi.

Ultima informazione di servizio: sarà possibile acquistare il singolo biglietto d'ingresso allo stadio al costo di 6 euro, ma c'è ancora tempo per sottoscrivere l'abbonamento per la stagione 2016/2017 valido per tutte le 11 partite del campionato di Serie A più una partita di Coppa Italia al prezzo di 50 euro, per tutti i settori dello stadio comunale Carotti di Jesi. Sottoscrivendolo si riceverà un buono spesa pari al costo dell'abbonamento.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 28-09-2016 alle 12:14 sul giornale del 29 settembre 2016 - 1577 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, jesina calcio femminile, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBGN





logoEV