Vivere Salute: dolcificanti, hanno poche calorie ma…aumentano l'appetito

dolcificanti 2' di lettura 10/01/2017 - Alzi la mano chi, per risparmiare qualche caloria e non rinunciare al gusto, aggiunge un po’ di edulcorante nel caffè del mattino!!!! Tranquilli non state attentando alla vostra salute ma… recenti studi dimostrano che aumenterete il vostro appetito e quindi… mangerete di più.

Vediamolo nel dettaglio.

Il dolcificante fa risparmiare calorie, però stimola l’appetito, quindi si finisce per mangiare di più. Un’indagine dell’Università di Sydney (Australia) spiega il perché, e quale sia il processo a livello cerebrale di questa “contraddizione”. «Abbiamo sottoposto per un certo periodo degli animali a una dieta con dolcificanti ed abbiamo visto che hanno cominciato a mangiare molto di più», ha detto il professor Greg Neely.

Quindi la domanda sorge spontanea: "È utile sostituire lo zucchero con un diverso edulcorante?"

Il dottor Neely e i colleghi hanno rilevato che nei centri cerebrali della gratificazione, il senso del dolce fa tutt’uno con una certa quantità di contenuto energetico. Ora, se il duo dolce/energia si sbilancia per un certo periodo, il cervello cerca di ritrovare l’equilibrio e fa aumentare il numero di calorie ingerite. Nei fatti “comunica” al soggetto, sottoposto a regime con dolcificanti artificiali, che non ha mangiato energia a sufficienza. Gli fa, insomma, provare fame.

I ricercatori australiani, il cui studio è comparso sulla rivista Cell Metabolism, sono andati oltre. «Quando abbiamo cercato di capire – hanno detto - perché gli animali mangiavano di più anche se avevano ingerito un numero di calorie sufficiente, abbiamo scoperto che il consumo cronico di edulcoranti fa aumentare l’intensità della dolcezza percepita dello zucchero nutriente naturale e questo aumento fa crescere la spinta degli animali a ingurgitare più cibo».

Anche L’INTESTINO è COINVOLTO - In particolare si hanno più dati sul colon irritabile: sembrerebbe che i dolcificanti artificiali peggiorino la situazione, alterando l’assetto batterico del microbioma (vale a dire la flora intestinale) interno.

In conclusione È necessario un no deciso all’uso di dolcificanti artificiali?

Direi di no… poiché sono sostanze sempre molto controllate e sotto il mirino di indagini per la paura che possano essere cancerogene. Ad oggi però i dati ci dicono che sono sicure. Anche le dosi che si trovano nelle bevande sono sotto il livello di guardia.

Tuttavia il mio consiglio va oltre a tutto ciò: sul piano della corretta alimentazione, l’ideale sarebbe abituarsi a ridurre gli zuccheri semplici, diminuendoli un po’ alla volta lo zucchero che mettiamo nel caffè ad esempio… Proviamo a ridurre senza sostituire!!!!!!


dalla dott.ssa Michela Abbatelli
Biologa Nutrizionista
 





Questo è un articolo pubblicato il 10-01-2017 alle 14:57 sul giornale del 11 gennaio 2017 - 1215 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Michela Abbatelli, biologa nutrizionista, vivere salute

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aFj9

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere Salute





logoEV