Imesa, prima linea automatica di quadri elettrici

Imesa a Jesi 20/03/2017 - Imesa, azienda del Gruppo Schiavoni che si colloca tra i leader europei nella produzione di sistemi elettromeccanici, innova l’apparato produttivo e guarda a nuovi obiettivi sullo scenario internazionale. Martedì 21 marzo alle ore 10.30, nello stabilimento di Jesi, quartier generale dell’azienda, verrà inaugurata la prima linea automatica per la realizzazione di quadri elettrici.

 

Una evoluzione decisiva per l’azienda marchigiana, che fornisce i suoi sistemi in tutto il mondo, in particolare nei settori oil & gas e navale, e che oggi compie un ulteriore passo in avanti, con un progetto di sviluppo tecnologico che potenzia la capacità produttiva e l’organizzazione del lavoro.

“Questa innovazione – sottolinea il presidente del Gruppo, Sergio Schiavoni – ci rafforzerà nella competizione mondiale, consentendoci di ampliare l’offerta e le opportunità di business. Il nuovo sistema produttivo ci permetterà di mantenere gli alti standard di qualità dei nostri prodotti ottimizzando costi, processi e tempi di realizzazione”.

Un ammodernamento che proietta Imesa verso nuovi obiettivi, come sottolinea Giampiero Schiavoni, presidente e amministratore delegato dell’azienda: “Imesa dimostra di credere nel futuro e continua ad investire risorse per migliorare ulteriormente quanto sta già realizzando con risultati di rilievo. Un segnale importante di fiducia per tutto il nostro team”.

L’inaugurazione vedrà riunito il personale Imesa; presenti il fondatore Sergio Schiavoni, il presidente Giampiero Schiavoni, l’amministratore delegato di Imesa e presidente di Confindustria Ancona Claudio Schiavoni, i consiglieri Camilla Schiavoni e Giacomo Bugaro.

Parteciperanno autorità ed esponenti del mondo imprenditoriale, tra cui: il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli; il sindaco di Jesi, Massimo Bacci; il presidente della Fondazione Aristide Merloni, Francesco Merloni; il presidente di Confindustria Marche, Bruno Bucciarelli, e il vescovo di Jesi, monsignor Gerardo Rocconi.

La nuova linea di produzione impiega sistemi semi-automatici con tecnologie intelligenti per l’assemblaggio della struttura portante del quadro e segue elevati standard in termini di sicurezza e di ergonomia che consentiranno agli addetti di operare più agevolmente. Una fase progettuale particolarmente accurata ha consentito di conciliare i processi di automazione con il segno distintivo di Imesa: la capacità sartoriale di ‘cucire’ il quadro elettrico addosso alle esigenze del cliente.

Il progetto complessivo, frutto di un investimento da 2 milioni di euro, include, oltre alla linea che verrà inaugurata il 21 marzo, la realizzazione di una seconda linea automatica per la lavorazione di barre in rame, una nuova dotazione di macchinari all’avanguardia e uno studio con utilizzo di modelli informatici per snellire e velocizzare il processo produttivo, con sistemi di magazzinaggio intelligente.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2017 alle 10:15 sul giornale del 21 marzo 2017 - 2295 letture

In questo articolo si parla di lavoro, Imesa S.p.A., nuova linea, quadri elettrici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aHB0





logoEV