Garanzia per disabili gravissimi, mozione della maggioranza

consiglio comunale jesi 27/03/2017 - I consiglieri comunali di maggioranza Massaccesi e Lenti (Jesiamo), Torri e Catani (Patto x Jesi) e Giampaoletti (Insieme Civico) hanno presentato una mozione ex art. 39 del Regolamento Comunale avente ad oggetto: garanzia per tutti i disabili gravissimi di piena assistenza e di totale copertura di costi / impegno da formalizzare da Regione Marche. verrà discussa nel prossimo consiglio del 30 marzo 2017.

Il Consiglio Comunale di Jesi preso atto

- delle risultanze della discussione avuta, e di quanto comunque emerso nel corso della riunione della 2 ͣ Commissione Consiliare Permanente sul tema “Assistenza Domiciliare Indiretta”, tenutasi il 08/03/2017, e pur ricordando l’impegno preso dai Consiglieri Regionali, nell’occasione presenti, di dare una risposta prima dell’estate, considerato

- che le difficoltà di bilancio della Regione Marche e la riduzione di risorse, al di là dell’impegno formale a fare il possibile per ricostituirle o per trovare una doverosa soluzione, non possono essere ragioni sufficienti per giustificare la non piena corresponsione, a favore dei disabili gravissimi, così pure individuati dopo il reperimento di schede aggiornate, richieste dal Ministero, e da redigere in base alle nuove previsioni normative, di quanto necessario per garantire un adeguato quantitativo di ore settimanali di assistenza, coprendone i relativi costi, ed evitando così che la Regione possa essere in grado di dare agli stessi contributi solamente di poco superiori al 10 % di tali costi; rilevato

- che un adeguato servizio di A.D.I. risulta essere una soluzione oltretutto più economica rispetto all’eventuale ricovero in un istituto di cura (il risparmio ammonterebbe fra il 60 ed il 90%), oltre ad essere tale da garantire condizioni di vita, di cura e di assistenzialità migliori nella propria casa; rilevato altresì

- che uno Stato non può abdicare, pena la sua sconfitta, alle sue funzioni principali ed essenziali, che lo devono portare ad essere totalmente, nei fatti e non solo a parole, dalla parte dei più deboli e di chi chiede solamente una dignitosa assistenza, e ad eliminare ogni forma di insufficienza di fondi stanziati da una Regione, nella fattispecie la Regione Marche, per l’Assistenza Domiciliare Indiretta ai malati in particolare stato di gravità; impegna

 l’Amministrazione Comunale di Jesi a farsi promotrice presso la competente Autorità Regionale di ogni azione per garantire a tutti i malati ritenuti “disabili gravissimi”, senza distinzione di patologie, non solo lo stesso grado di assistenza, e per un numero adeguato di ore settimanali, ma il 100% del fabbisogno necessario, anche in termini economici, garantendo così una totale copertura dei costi con i contributi da erogare, ed a chiedere che il progetto e l’approfondimento a cui si sono peraltro impegnati i Consiglieri Regionali presenti in occasione della citata riunione vengano fatti in tempi rapidi, così da permettere che nessuno più calpesti i diritti e la dignità di chi vive sulla propria pelle la condizione di “disabile gravissimo”, e che venga data pubblica diffusione del relativo risultato con una nota da trasmettere dalla Regione Marche al Consiglio Comunale di Jesi entro il 31 luglio 2017.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2017 alle 11:09 sul giornale del 28 marzo 2017 - 560 letture

In questo articolo si parla di disabili, Daniele Massaccesi, mozione, lettera, Marco Giampaoletti, Paola Lenti, Giancarlo Catani, Andrea Torri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHR1