Unione Media Vallesina: il Consiglio approva il DUP, individuate le missioni. Tariffe dei servizi invariate

Unione dei Comuni della media Vallesina 19/04/2017 - Il Consiglio dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina ha approvato, nella seduta di venerdì 7 aprile, il bilancio 2017-2019 e il relativo Dup, il Documento unico di programmazione.

Nel testo approvato vi sono due sezioni: una strategica, in cui si sviluppano e concretizzano le linee programmatiche di mandato e si individuano gli indirizzi strategici dell’Ente, e una operativa, che contiene la programmazione sia annuale che pluriennale.
Nella prima sezione, sono indicate le principali scelte che caratterizzano il programma dell’Unione da realizzare nel corso del mandato amministrativo e che possono avere un impatto di medio e lungo periodo, le politiche di mandato e gli indirizzi generali di programmazione.
Nella seconda sezione, sono indicate delle missioni e per ognuna i programmi che l’Unione intende realizzare per conseguire gli obiettivi strategici. Si parla, quindi, di ordine pubblico e sicurezza, con la Polizia locale e con il ricovero dei cani randagi, di servizi istituzionali e generali, con il nucleo di valutazione e i servizi statistici, di tutela e valorizzazione delle attività culturali, con l’Università degli adulti, di assetto del territorio, con la funzione del catasto, di tutela del territorio e dell’ambiente, con i servizi di disinfestazione e derattizzazione, ma anche di soccorso civile, con la Protezione civile dell’Unione, e di politiche sociali e della famiglia, con i servizi delle colonie marine e del trasporto sociale. Per questi ultimi, molto apprezzati e sfruttati dalla popolazione dei cinque comuni dell’Unione, ossia Castelplanio, Maiolati Spontini, Poggio San Marcello, Rosora e San Paolo di Jesi, ma anche per l’Università degli adulti, che conta quasi 300 iscritti, si è deciso di mantenere, anche per il 2017, le tariffe invariate.

Ad illustrare le linee di indirizzo politico del documento è stato il presidente dell’Unione dei Comuni Umberto Domizioli.L’Unione dei Comuni ha la gestione di funzioni fondamentali e di diversi servizi – ha osservato il presidente, nonché sindaco di Maiolati Spontini – che costituiscono segmenti di funzioni più complesse e articolate, nei quali gli Enti aderenti hanno ottenuto importanti risultati in termini di razionalizzazione e contenimento delle spese, ma anche di mantenimento o miglioramento della qualità dei servizi ai cittadini. Questo ci ha consentito, per il corrente esercizio, di confermare le tariffe dei servizi e le quote a carico dei Comuni aderenti relative ai costi di gestione della polizia municipale e polizia amministrativa locale. Anche per gli altri servizi si è deciso di confermare i criteri e le quote di compartecipazione dei Comuni”.

Il presidente Domizioli ha sottolineato come “la predisposizione del bilancio di previsione 2017 rappresenta ancora un documento contabile di transizione in attesa di una possibile sua nuova articolazione e consistenza a seguito delle decisioni che verranno assunte dai Comuni aderenti in materia di gestione associata. Occorrerà pertanto rafforzare la volontà di collaborare tra Enti con la finalità di assicurare servizi adeguati, efficienti e qualificati realizzando economie di gestione attraverso un razionale utilizzo delle risorse umane e di quelle finanziarie”.

Con il cosiddetto Milleproroghe, è stato differito al 31 dicembre 2017 l’obbligo di gestione associata delle funzioni fondamentali dei piccoli Comuni. “Entro tale termine – ha ricordato Domizioli – le Amministrazioni comunali saranno chiamate ad adottare importanti provvedimenti volti a pervenire ad una obbligatoria gestione associata di tutte le funzioni individuate dal legislatore come fondamentali decidendo in ordine alle modalità di gestione delle stesse scegliendo tra l’Unione dei Comuni o le convenzioni. La scelta dell’una o dell’altra forma di gestione associata presupporrà una diversa scelta strategica da parte di ciascun Ente locale sia dal punto di vista politico che tecnico-gestionale, trattandosi di modelli associativi profondamente diversi”.


da Unione dei Comuni della Media Vallesina



Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2017 alle 17:39 sul giornale del 20 aprile 2017 - 582 letture

In questo articolo si parla di Vallesina, Comuni, unione dei comuni della media vallesina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aIBH