Chiaravalle: il gruppo consiliare PD replica a Chiaravalle Bene Comune 'Accuse gravi e infondate contro Frullini'

Partito Democratico 14/07/2017 - Si rimane esterrefatti a leggere i quotidiani questi giorni... in pratica la maggioranza relativa dei Consiglieri di maggioranza ha estromesso il Pd dalla coalizione di governo della città!

Al di là delle recriminazioni sulle FUTURE scelte che ogni forza politica è pienamente legittimata a compiere sulla base di sue valutazioni, preme in questa ora sottolineare tristemente che nessuno del Partito Democratico (sia esso amministratore, membro della segreteria o iscritto) ha mai messo in dubbio l'esigenza di dover portare a conclusione il presente mandato con il sindaco Costantini.

Nelle assemblee degli iscritti, dove si è sempre rimarcato il sostegno fino al 2018, ed in Consiglio comunale, dove in tutte le votazioni (ad eccezione di quella sulla nomina del quinto assessore, ma quella fu un'altra storia...) abbiamo sempre votato a favore della maggioranza.
Come potrebbe il Pd far mancare il proprio sostegno ad un programma elettorale che ha interamente stilato di proprio pugno, e che ha successivamente portato i voti necessari a far sì che questa coalizione risultasse vincente alle urne (e giova ricordare che il vituperato assessore Frullini risultò il secondo più votato, alle spalle solamente della Consigliera Irene Borioni).

Come si può affermare che l'assessore Frullini utilizza il suo ruolo per non far realizzare le progettualità decise dall'Amministrazione? Quando si usano parole così pesanti, sarebbe opportuno essere certi di quello che si scrive, e sarebbe bene averne le prove, perché le accuse sono gravi... tanto è vero che l'assessore sta valutando di rivolgersi ad un legale per tutelare la propria onorabilità ed onestà.

Riguardo alle accuse di scarse presenze in Giunta, anche in questo caso sarebbe bene ricordare che sia l'assessore Frullini che l'assessore Ruggeri hanno chiesto più volte di poter avere un orario più consono per le sedute di Giunta (per le quali, cari colleghi di CBC, non si percepisce alcun gettone di presenza... a chi giova fare disinformazione?), e di poter prendere visione preventivamente dell'ordine del giorno, con un anticipo minimo, dei punti da discutere.
Eh sì, perché dovete sapere che buonissima parte dei punti discussi settimanalmente dalla Giunta chiaravallese è composto da... patrocini a feste ed eventi! Non pensiamo perciò che si possa giudicare il lavoro degli assessori in base a sedute di Giunta con poca discussione. Il tutto per ridurre i costi dei compensi agli amministratori?

Forse che con i mancati rimborsi orari all'assessore Frullini si copre il costo del quinto assessore, nominato a tempo pieno a meno di un anno dalla fine del mandato? Il lavoro degli assessori si vede ogni giorno sul campo... quello che sicuramente non è voluto è il gioco di squadra, questa è la verità.

Fin dall'apertura del nostro gruppo consiliare, ogni istanza giunta dal Pd è stata vista con fastidio, mentre le nostre proposte volevano solamente porre dubbi sulle soluzioni adottate. Certo, anche noi siamo d'accordo che un progresso parziale è meglio di niente, ma questa deve essere sempre la strada da percorrere per non cercare di fare meglio?

Capiamo che chi scrive (citiamo) "Si tratta di lavorare per la città in modo assiduo, di perseguire il bene dei cittadini mettendo gli interessi delle persone davanti agli interessi dei partiti" ha evidentemente così tanta stima di sé da ritenersi il possessore della vera Verità o di essere dotato di infallibilità.

Purtroppo la Storia ci insegna come questo sia drammaticamente falso, poiché esistono più opzioni per perseguire il bene comune, e sollevare dubbi su una soluzione non vuol dire ostacolare, ma chiedersi se è la migliore in assoluto.
E le repentine marce indietro più volte effettuate dovrebbero indurre a credere che sia meglio effettuare un bel ragionamento interno piuttosto che partire sparati per poi ricevere il contrordine.

Eppure sembra che siamo stati così tanto d'intralcio che piuttosto che ascoltare i nostri consigli si è preferito aprire gruppi su Facebook a sostegno dell'Amministrazione senza includerci (ed espellerci da quelli esistenti), con privacy segreta (e chiunque ha un profilo sul social network sa perché lo si fa), mentre ne fanno parte esponenti dell'opposizione, evidentemente considerati più meritevoli...

Basta questo per far capire chi ha pregiudizi e preclusioni nei confronti degli alleati. Noi ribadiamo di voler arrivare fino alla fine del mandato, e rivendichiamo il diritto di poter lavorare per il bene della città ponendo le nostre proposte.

Però a nostro avviso quando si viola la dignità delle persone e le si espone alla gogna pubblica (pratica illiberale), quando si pongono pubblicamente accuse gravi come quella di utilizzare una carica amministrativa per altri fini, viene meno il requisito fondamentale di ogni rapporto umano (prima che politico): la correttezza ed il rispetto.

Ci rivolgiamo perciò al sindaco: noi vogliamo arrivare al 2018 e fare le cose che abbiamo stabilito (perché sono state stabilite anche grazie alle priorità date dal Pd), ma vogliamo che finiscano questi metodi e questo modo di fare.


da Gruppo Consiliare del Partito Democratico




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2017 alle 11:33 sul giornale del 15 luglio 2017 - 1947 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, partito democratico, Gruppo Consiliare del Partito democratico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aLeR





logoEV