Jesi e il progetto europeo su sport e disabilità, le considerazioni dell'Anffas

07/08/2017 - Il 4 agosto si è tenuta la conferenza stampa sul progetto “EU.GIF” European Games of Integrated Fancing alla presenza del sindaco e dell’assessore Ugo Coltorti e del progettista Marco Cardinaletti. Questo progetto prevede un torneo internazionale di scherma che coinvolge persone con diverse abilità, un momento di inclusione sociale, sportiva e culturale importante per la nostra città. Alcune considerazioni in merito al Progetto "EU.GIF - EUropean Games of Integrated Fencing".

L’ANFFAS di JESI aveva già da tempo capito l’importanza dello sport integrato, dove atleti diversi (di genere, età, altezza, disabilità, ecc…) messi in egual condizione, si possono misurare e competere con esiti sorprendenti, in episodi di carattere sportivo e culturale. Tutto ciò aiuta a favorire l’abbattimento di quell’ostacolo che ciò nonostante abbiamo in testa e che genera quelle barriere che ci allontanano dagli altri.

Il progetto EU.GIF consentirà il momento attento all’esaltazione del corpo e momenti per la crescita culturale e per favorire, come prevede la legge num.18 del 3 Marzo 2009 ratifica della risoluzione dell’ONU sui diritti della “PERSONA CON DISABILITA’”, l’uguaglianza nella diversità. “LA DISABILITA’ E’ TANTO PIU’ GRANDE QUANTO PIU’ OSTILE E’ LA COMUNITA’ CHE LO OSPITA”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2017 alle 12:15 sul giornale del 08 agosto 2017 - 825 letture

In questo articolo si parla di attualità, anffas jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLZi