Ruba al Tigota' e aggredisce la vigilanza, ma non sfugge ai carabinieri

Tigota' di Jesi 09/09/2017 - È stata fermata all'uscita dell'addetto alla sicurezza insospettito, ma la donna si è liberata con graffi e spintoni. Catturata dai carabinieri grazie ad una dettagliata descrizione.

Venerdì  (8 settembre 2017) i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato una donna (C. M. 55enne) della provincia di Ancona per rapina.

La donna, nel pomeriggio di venerdì era entrata all'interno del negozio TIGOTA', aveva rubato alcuni prodotti di igiene intima ed alcune paia di calzini, per poi uscire senza pagare. L'addetto alla vigilanza, accortosi del furto, l'ha inseguita a piedi chiedendole di restituire la merce rubata. Lei, dopo aver negato il furto, ha aggredito l'uomo, procurandogli parecchi graffi e dileguandosi a bordo di un'autovettura.

A quel punto i carabinieri della Radiomobile, chiamati dal negozio ad intervenire, ci hanno messo poco a ritrovare l'auto e la ladra, grazie ai dettagli forniti dall'addetto alla vigilanza. 

Nel corso della perquisizione è stata poi rinvenuta la refurtiva, del valore di circa 30 euro. Stante la flagranza del reato la donna è stata arrestata, ma subito dopo rimessa in libertà, non ritenendo l'Autorità Giudiziaria dover richiedere misure coercitive nei suoi confronti .


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it




Questo è un articolo pubblicato il 09-09-2017 alle 09:37 sul giornale del 11 settembre 2017 - 4011 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, furto, cristina carnevali, articolo, Tigita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMQQ