Tetano in Piemonte, Bravi (Croce Rossa): 'Bimba rischia di morire per malattia debellata dal vaccino'

Vaccini 10/10/2017 - Non c'è limite all'insipienza umana, soprattutto se celata dietro il simbolo di un partito che pretende di inserirsi in un argomento che conosce solo marginalmente, non possedendo le necessarie basi scientifiche.

Si tratta della Consigliera della Regione Piemonte, di M5S, che ha parlato di "vergognosa strumentalizzazione sul tema dei vaccini".Forse cerca di accaparrarsi i voti dei no vax alle prossime elezioni.

L'oggetto della questione è il caso della bambina ricoverata sabato scorso, a Torino, per sospetto tetano, una malattia debellata da anni grazie alla vaccinazione antitetanica prevista per legge sin dal 1963.

Attualmente la bambina sembra fuori pericolo, in condizioni gravi ma stazionarie. Ancora la prognosi resta riservata. Ricoverata in Rianimazione, non è stata intubata ma sottoposta a sedazione.

La spora del tetano si trova dovunque, quindi qualsiasi ferita è a rischio di causare questa infezione pericolosissima contro cui non esiste immunità naturale. Neanche chi è guarito può dirsi protetto nei confronti del tetano.

Questo va detto, in contrasto a quanto asseriscono i no vax che ritengono che sia sufficiente rispettare le norme igieniche per salvarsi da qualsiasi malattia infettiva.

L'unica protezione è data dalla vaccinazione che, però, non ha una efficacia perpetua, per cui è indispensabile sottoporsi ai richiami secondo i tempi prescritti.

Se verrà confermata la diagnosi dall'Ospedale di Torino, specializzato in malattie infettive, si aggiungerà un motivo in più per informare e sensibilizzare maggiormente gli "esitanti" perchè acquisiscano la necessaria responsabilità verso i propri figli e verso la comunità.

"Cara mammina e caro papà, vi ringrazio per avermi messa a rischio di morire e di avermi fatto soffrire tra spasmi e violente contrazioni, scegliendo di non vaccinarmi". Così dirà la bambina ai genitori.


da Dott. Francesco Bravi
Presidente Croce Rossa Italiana di Jesi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2017 alle 12:59 sul giornale del 11 ottobre 2017 - 2434 letture

In questo articolo si parla di attualità, Francesco Bravi, Croce Rossa Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNOZ