Massaccesi sulla costituzione di parte civile nel processo Banca Marche: 'Tanto silenzio da altri comuni'

avvocati legge tribunale 10/11/2017 - Nell’apprendere che il Comune di Jesi, tramite l’Avv. Alessandro Sorana, ha depositato domanda di Costituzione di Parte Civile avanti al GUP del Tribunale di Ancona nel procedimento contro Bianconi Massimo + altri in relazione al “default” della Banca delle Marche SpA,

chiedendo la condanna al giusto risarcimento dei danni subiti dalla nostra città, e che non vi sono state domande di costituzione di altri Comuni o, comunque, di altri enti locali, non si può non esprimere il disappunto per il silenzio ed il disinteresse mostrati da tanti altri Sindaci, e non solo, in questa vicenda ed anche nell’occasione specifica.

Va sottolineata invece, con piacere ed un po’ d’orgoglio, l’iniziativa del Sindaco della nostra Città, Massimo Bacci, che è stato l’unico, purtroppo, ed ancora una volta a voler tutelare e rappresentare il territorio, anche nel nome di tanti cittadini, investitori e risparmiatori, traditi e danneggiati da questa vicenda e da chi, a vario titolo, ha gestito Banca Marche, ed a difendere la loro dignità, come intera comunità.


da Daniele Massaccesi
Presidente del Consiglio Comunale di Jesi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-11-2017 alle 16:47 sul giornale del 11 novembre 2017 - 530 letture

In questo articolo si parla di attualità, Daniele Massaccesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aON4