Broncopneuomologia, l'amministrazione comunale: 'Alle rassicurazioni ora seguano i fatti concreti'

Sanità 10/01/2018 - Anche oggi abbiamo ricevuto rassicurazioni dai vertici dell’Asur sul fatto che il reparto di Broncopneumologia al Carlo Urbani verrà ripristinato.

Sono rassicurazioni che ci sono state periodicamente fornite dal dott. Marini e dall’ing. Bevilacqua fin dal primo incontro avuto sulla questione che risale all’agosto dello scorso anno.
Sono rassicurazioni per altro legate a quanto esplicitamente previsto dalle direttive regionali delle reti cliniche che individuano all’ospedale di Jesi un reparto di Broncopneumologia pienamente funzionante ed operativo.

I cittadini hanno diritto che a tali rassicurazioni seguano fatti concreti. E che tali fatti avvengano il prima possibile.

Sappiamo che alcuni medici hanno chiesto di venire a lavorare in questo reparto. Auspichiamo che questa richiesta venga accolta al più presto o comunque sia trovata la definitiva soluzione.
Ringraziamo i medici degli altri reparti che hanno accolto i pazienti di Broncopneumologia per far fronte a questa situazione straordinaria. Ora è tempo che si ritorni ad una situazione ordinaria, che Broncopneumologia abbia propri medici e propri posti letto e che gli altri reparti, con difficoltà già loro, non si debbano sobbarcare anche questo ulteriore onere.

Come Amministrazione comunale continueremo a seguire con la massima attenzione questa come anche le altre criticità presenti al Carlo Urbani, in uno spirito di piena collaborazione ma di altrettanta fermezza nel rispetto dei diritti della popolazione del nostro territorio.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-01-2018 alle 18:26 sul giornale del 11 gennaio 2018 - 1463 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, broncopneumologia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQyZ





logoEV