Jesi in Comune: 'Sulla Fondazione Pergolesi Spontini ancora fumo negli occhi'

Jesi in Comune 10/01/2018 - Il contributo di due anni accorpato in un’unica tranche così da evitare ulteriori passivi e rinunce agli spettacoli nel cartellone.

Dopo la testa di William Graziosi, sul vassoio d’argento anche 735mila euro come contributo del Comune alla Fondazione Pergolesi Spontini: l’idea, apprendiamo dalla stampa, viene da Massimo Bacci presidente della Fondazione ed è stata approvata (!) da Massimo Bacci Sindaco e dalla sua Giunta, che per sua stessa ammissione (a precisa domanda in Consiglio comunale) e nonostante i bilanci in ordine siano l'ossessione a cui viene sacrificato tutto il resto, è venuto a conoscenza del rosso solo alla fine dello scorso anno.

Non fosse per le condizioni in cui versa la cultura a Jesi, verrebbe quasi da ridere. Non è ancora chiaro, e ci terremmo a saperlo, a quanto ammonta il buco accumulato dalla Fondazione possibilmente senza dubbi e i condizionali del caso, senza contare che non è previsto alcun cambiamento significativo nella gestione dell'ente, se non un'inevitabile riduzione delle produzioni. E soprattutto: i bilanci, necessari per capire come si è arrivati a questa situazione, ancora non sono stati resi pubblici.

Secondo noi a Jesi manca una visione a lungo termine della cultura, al momento e per anni lasciata in mano all’incompetenza: la dimostrazione nel silenzio, assurdo e assordante, dell'assessore alla cultura Luca Butini. Unico spiraglio di luce viene dalle associazioni, cui al massimo viene riconosciuto il patrocinio: ci viene il dubbio che i 735mila euro per la Fondazione saranno la scusa, magari tacita, per fare economia in ambito culturale.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-01-2018 alle 12:09 sul giornale del 11 gennaio 2018 - 606 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Lista Civica, jesi in comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQxK





logoEV