Broncopneumologia, pronti due medici: l'assessore Quaglieri chiede l'autorizzazione immediata

Maria Luisa Quaglieri 12/01/2018 - “Ringraziamo i medici e tutta la struttura dei reparti di Medicina, Cardiologia e Nefrologia che si sono fatti carico di ospitare i degenti di Broncopneumologia, permettendo di gestire al meglio l’emergenza che si è venuta a creare all’ospedale Carlo Urbani”.

Così l’assessore ai servizi sociali e alla sanità Marialuisa Quaglieri che, insieme al sindaco Massimo Bacci, segue da vicino i temi della sanità del territorio ed è a stretto contatto con i vertici dell’Asur per trovare le soluzioni alle criticità presenti. “Abbiamo appreso - continua l’assessore - che arriveranno due nuovi medici a supporto di Broncopneumologia che però, da soli, non sono sufficienti a rendere funzionante il reparto. Per questo chiediamo con forza che venga al più presto autorizzato il trasferimento su Jesi richiesto da due medici di Osimo al fine di rendere il reparto pienamente operativo e di liberare gli altri tre reparti da ulteriori aggravi che non sono di loro competenza”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2018 alle 10:57 sul giornale del 13 gennaio 2018 - 2202 letture

In questo articolo si parla di jesi, Comune di Jesi, ospedale carlo urbani, broncopneumologia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQCe