Jesi in Rima: è tempo di pentimenti..

11/02/2018 - Buona lettura della nuova divertente poesia in dialetto di Marinella Cimarelli: ATMOSFERE  DE PENTIMENTI.



Pentiscede disgraziado,avvanzo de galera
altro che bastigni da la madina a la sera,
manni a moriammazzadi bestie e cristia’
sci uno te se ‘ccosta lo scansi più in la’!
Tra pogo è Pasqua, la Quaresima è ‘ncominciada
eppo’ non te se guarda co’ ssà zocca pelada!
Sci’ ‘bbocchi dendro la Chiesa trema l’altare
per te le faccenne non fosse mai pare…
Quelli de casa tua c’ha na’ gran pazienza
somiji a n’aeroplano ‘n mezzo a la turbolenza.
Ho parlado col Prede, che t’ha da benedi’
m’ha ditto che peresse ce passa mercoldi’.
Vedi de fa’ bembè, pulisci intorno casa,
te ricordi l’anno scorso c’era na’ spasa
de rami e foje secche che mumenti se ‘nciampa
fra la stola e la tonniga…? ‘nvece ancora campa!
Poro Don Getulio, annima benedetta e pura,
solo a guardatte je metti na’ gran paura,
sapesse quanto si’ ciambotto no’ sprega l’acqua santa
a guardatte su la facciaccia uno ce se ‘ncanta,
l’espressio’ da deficiente, farlocco e cappiscio’
apposta tutti te chiama “Peppe de Faò”!
Quesso è ‘l periodo del grande pentimento
minimo m’avresti da fa’ ‘n bel monumento
a me che te do’ retta….n’antro ndo’ ‘l tròi?
Mango sci’ cel tira ‘n carro con par de boi!
Vojo vede quanno mori que famo al funerale
‘n ce scapperà na’ lagrima mango a facce male.
Sai le risade a senti’ l’omelia del Prede?
‘rconterà a tutti che eri n’òmo senza fede,
la gente se guarderà mezza ‘ncantada,
tu’ moje penserà: “So’ bella e sputtanada!”
I fiji ‘n po’ più scafadi dirà: “Se l’ha voluda!”
T’avviso che sci’ non cambi ce famo sopra na’ beuda!!!





Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2018 alle 23:39 sul giornale del 13 febbraio 2018 - 4058 letture

In questo articolo si parla di cultura, poesia, dialetto, poesie, articolo, marinella cimarelli, jesi in rima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRAf

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima