Termoforgia sul velluto a Bergamo; sfiorati i 100 punti

12/02/2018 - Bergamo – Coach Cagnazzo aveva detto che a Bergamo non sarebbe stata una partita facile, per la fame di punti degli orobici, per il buon momento della squadra di casa e al limite anche per qualche brivido dovuto all’inserimento in rosa di Hollis, che non è certo un giocatore qualunque.

Invece la Termoforgia lo ha smentito rendendo al contrario molto facile il match, giocando quaranta minuti di grande qualità sia in difesa che in attacco, dominando la scena.

Spicca soprattutto il fattore 47, i punti segnati da Hasbrouck e l’indice di valutazione, un’accoppiata statistica che sa di record, ma tutta quanta la squadra ha girato al meglio. Un esempio? Gli undici assist di Green, che ha dettato i ritmi e poi le 10 palle recuperate contro 7 perse.

Insomma una partita perfetta sotto tutti i punti di vista.

Match mai in discussione con la Termoforgia costantemente in vantaggio, a lungo anche con venti e più punti, tanto che il +13 finale perfino ingeneroso per la squadra, che ha dominato il match; alla fine a partita già abbondantemente vinta, ha concesso qualche canestro di troppo, ma può starci, come può starci l'aver rinunciato al tiro che poteva significare il raggiugimento di quota 100 punti.

Per Bergamo doveva essere la partita di Hollis, sulla carta uno spauracchio, lo stesso Solano poteva creare qualche apprensione; alla resa dei conti Hollis è apparso meno incisivo di quello che ci si aspettava; a parte una prima parte di partita in cui sembrava incontenibile, è calato vistosamente.

E il vero spauraccchio è stato in primis Hasbrouck, ma complessivamente tutta la squadra ha girato.

Merito soprattutto dell’intensità difensiva della squadra per la quale dall’arrivo di Green è iniziato idealmente un secondo campionato.

Poche ore di riposo, poi si torna in palestra per preparare il derby di domenica contro Montegranaro a Porto San Giorgio: è prevedibile che parecchi sportivi jesini scenderanno al pala Savelli.

Sarà una bella occasione per difendere questo ottavo posto appena conquistato e per “vendicare” la dolorosa sconfitta della gara di andata che ancora grida vendetta.

Ma sarà una gara importante per salire in classifica o quanto meno per mantenere le posizioni.

BERGAMO BASKET – TERMOFORGIA JESI 86-99 (19-25; 15-27; 23-24; 29-23)

Bergamo: Solano 24, Cazzolato, Ferri 3, Fattori 9; Hollis 14, Sanna 11, Mascherpa 5, Bedini ne, Bozzetto 11, Sergio 8, Crimeni ne, Marelli ne. All.: Ciocca.

Jesi: Green 9, Marini 20, Rinaldi 9, Hasbrouck 47, Ihedioha 2, Fontecchio, Piccoli 8, Valentini, Massone 4, Montanari ne. All.: Cagnazzo.





Questo è un articolo pubblicato il 12-02-2018 alle 23:17 sul giornale del 13 febbraio 2018 - 2341 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRC4