'Ascolto...storie, profumi e sapori', venerdì il secondo appuntamento della rassegna

12/04/2018 - “Il GAS - Gruppo di Acquisto Solidale di Jesi: la collaborazione con l'Orto del Sorriso” è il titolo del secondo appuntamento dell’edizione 2018 della rassegna “Ascolto... storie, profumi e sapori”, iniziativa promossa dal Centro Turistico Giovanile “Vallesina” in collaborazione con la Condotta Slow Food “Castelli di Jesi”, che ha curato quest’anno il calendario degli incontri, in programma per venerdì prossimo (13 aprile) alle ore 21.15 presso la sala convegni della ex-Seconda Circoscrizione in via San Francesco, 52 a Jesi.

Katia Strappa, del GAS Jesi, racconterà l’esperienza nata circa 15 anni fa per iniziativa di un gruppo di amici. Nonostante alcuni naturali cambiamenti e rinnovamenti, nel corso del tempo il Gruppo ha mantenuto inalterato la sua dimensione di circa 25 famiglie. Nella sua definizione di base i Gas sono “un'esperienza di consumo critico nata in Italia negli anni '90, attraverso cui i cittadini si organizzano per acquistare insieme direttamente dai produttori secondo criteri di rispetto per le persone e l'ambiente e preferendo piccoli produttori locali con un progetto legato al territorio”. Ma ogni gruppo ha dinamiche proprie.

Il Gas si caratterizza per tre aggettivi: piccolo, locale (non sempre) e solidale.

Piccolo per permettere un'organizzazione semplice e per favorire le relazioni tra i soci. Locale per rinsaldare il legame tra i cittadini ed il territorio che abitano. Il gruppo diventa solidale nel momento in cui decide di utilizzare il concetto della solidarietà come criterio guida nella scelta dei prodotti, partendo dai membri del gruppo ed estendendosi ai piccoli produttori , al rispetto dell'ambiente, ai popoli del sud del mondo e a coloro che subiscono le conseguenze inique di questo modello di sviluppo.

Matteo Donati, coordinatore del gruppo tecnico di lavoro dell’Orto del Sorriso, farà conoscere questo progetto di agricoltura sociale che ha sede in via Calabria 47 a Jesi. L'esperienza dell'Orto del Sorriso, ormai al suo quarto anno di vita, è sostenuta e gestita da Caritas e dalla Cooperativa Sociale Odos che insieme danno opportunità di reinserimento sociale e lavorativo a soggetti fragili o a rischio di esclusione. Si tratta di un progetto dal respiro comunitario poiché vede il continuo coinvolgimento di persone, gruppi, scuole o associazioni. Va sottolineata in particolare la collaborazione con il Gas di Jesi che rimarca quanto il gesto di fare la spesa sia un'azione di forte e chiara valenza sociale, economica e politica, contrapposta ai modelli di consumo globale.

Il rispetto dei cicli naturali della vita, il mancato utilizzo di sostanze dannose e la passione con cui si lavorano le colture, garantiscono la vera qualità a km zero e hanno portato l'Orto del Sorriso a trasformarsi da piccolo sogno, semplice come un seme, a progetto rigoglioso, come una pianta che dà buoni frutti.

Il successivo, ed ultimo degli incontri in programma, sarà: · Venerdì 20 aprile, con “Il progetto ARCA - Agricoltura per la Rigenerazione Controllata dell'Ambiente nella valle dell'Esino”, illustrato da Bruno Garbini, ideatore del progetto. Il Ctg e Slow Food invitano tutta la cittadinanza a partecipare agli incontri che sono ad ingresso libero.


da Centro Turistico Giovanile \"Vallesina\"
www.ctgjesi.com



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2018 alle 10:05 sul giornale del 13 aprile 2018 - 487 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, centro turistico giovanile, CTG "Vallesina"

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTww





logoEV