Il Noce di Benevento, prima rappresentazione italiana per il Pergolesi Spontini Festival

05/09/2018 - La recensione.

Il Noce di Benevento, del compositore jesino Giuseppe Balducci, è una delle due opere proposte nel contesto del XVIII Pergolesi Spontini Festival, secondo appuntamento del Festival, in scena al Teatro Pergolesi con la regia di Davide Garattini.

Patriottico e suggestivo il tema di questa diciottesima edizione, "Viaggio in Italia", che ci consente idealmente di ripercorrere gli itinerari vissuti da compositori e scrittori, svelandoci al contempo il "dietro le quinte" delle loro opere, certamente influenzate dall'esperienza del viaggio.

Il Noce di Benevento è forse, tra gli appuntamenti in programma, il prodotto artistico in cui il tema del viaggio riveste un ruolo determinante: Giuseppe Balducci, jesino di nascita, da compositore già affermato fu costretto a lasciare la terra natale, ripiegando a Napoli, dove fu accolto (potremmo dire adottato) dalla famiglia Capece Minutolo che, sensibile alle capacità del compositore, ne promosse il talento, sostenendolo nel completamento degli studi e nel lavoro.

Il Noce di Benevento rientra, com'è facilmente intuibile, tra le opere composte a Napoli e fu musicata su un libretto anonimo; il soggetto, molto divertente, gioca sulle superstizioni e le ingenuità degli italiani, un'opera che parla di streghe e premonizioni, basata sull'equivoco e sullo scherzo.

Al regista Davide Garattini va il merito di aver riportato in scena quest'opera, prima in Brasile al Teatro São Pedro, ed ora, grazie alla lungimiranza del direttore artistico Vincenzo De Vivo, a Jesi, in quella che è da considerarsi la prima rappresentazione italiana dell'opera in tempi moderni. Il Noce di Benevento si rifà all'opera comica francese che vede l'alternarsi di parti cantate e recitativi, quest'ultimi, a tratti con accento partenopeo, assai efficaci nel rendere ancor più pittoresca la storia. Sul palco sei cantanti, tutte donne, compreso il mezzosoprano nelle vesti dell'unico personaggio maschile, Alberto. Alberto è il figlio del barone locale e si trova al centro delle attenzioni di due schieramenti di donne, da un lato Clodina (di cui è innamorato) e sua madre Geltrude, dall'altro Margherita e le sue nipoti Giulia e Lauretta che cercano con inganni e finte magie di conquistarne le attenzioni.

La scrittura non prevede un coro, non c'è un'orchestra ma solo due pianoforti per tre pianisti, nulla di tutto ciò pesa sul risultato finale, non viene meno la natura lirica ma si guadagna in intimità e vicinanza con il pubblico che più facilmente riesce ad immedesimarsi nella storia. I ruoli delle cantanti sono delle vere e proprie maschere (la credulona, la fattucchiera, l'amante...), tutti perfettamente caratterizzati nel canto e nella recitazione.

Chiara Carbone è la verace Margherita, perfetta nel ruolo della falsa fattucchiera e piacevolissima nei recitati. Martina Rinaldi e Magda Krysztoforska-Beucher sono rispettivamente le nipoti Giulia e Lauretta, intente a guadagnarsi i favori del barone. Anastasia Pigorova veste i panni della benestante Geltrude, madre di Clodina, Yulya Poleshchuk. Alberto è interpretato dal mezzosoprano Mariangela Marini. Le scene ed i costumi, realizzati in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Macerata, hanno un gusto fiabesco che non stona ma si fonde piacevolmente con la teatralità dell'opera. Tre i pianisti, Claudia Foresi, Enrico Cicconofri e Marta Tacconi, diretti dal Maestro Alessandro Benigni.

Il Pergolesi Spontini Festival prosegue fino al 29 Settembre, la seconda opera in cartellone "Le Metamorfosi di Pasquale", in collaborazione con la Fondazione Teatro La Fenice di Venezia, andrà in scena Giovedì 20 alle ore 18.00 (anteprima giovani) e Sabato 22 Settembre alle ore 22.00.








Questo è un articolo pubblicato il 05-09-2018 alle 11:16 sul giornale del 06 settembre 2018 - 1175 letture

In questo articolo si parla di jesi, spettacoli, festival pergolesi spontini, Elena Sagrati, articolo, il noce di benevento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aX57