"Alla corte di Federico" l'arte orafa incontra la formazione professionale

12/09/2018 - Nelle serate di venerdì 14 e sabato 15 Piazza della Repubblica farà da sfondo alla XIII sfilata di moda “Alla corte di Federico”. L'evento sarà impreziosito dalla terza edizione del concorso nazionale ed europeo “Arte orafa e formazione”.

Un'occasione ideata con lo scopo di valorizzare e promuovere la tradizione orafa, settore in cui Jesi vanta una tradizione secolare e prestigiosa, configurandosi come uno dei principali poli storici marchigiani.
Il concorso, ideato dall'agenzia Art & Work, con la collaborazione del Comune di Jesi, e riconosciuto dal MIUR, si pone l'obiettivo di coniugare il mondo dell'istruzione e della formazione professionale al comparto dell’artigianato artistico e del design orafo. Il bando, rivolto agli istituti pubblici e privati, quali Licei Artistici e Accademie, provenienti da tutto il territorio nazionale, invitava a presentare una proposta di collezione che rispettasse i requisiti di creatività, portabilità e coerenza con il tema “AIDA: Amore e Gioielli nell’ Antico Egitto dei Faraoni”.
Dieci i finalisti, le cui creazioni saranno indossate da modelle professioniste nella serata di venerdì 14 e verranno valutate da una giuria di esperti, composta da Giovanna Granarelli, Melania Melani, Maria Marchegiani, Giorgio Aguzzi, Stefano Basili, Fabrizio Gentili, Gianluca Romanu, Simona Cardinali e, in qualità di presidente, dallo stilista Anton Giulio Grande.
Tre vincitori: al primo classificato verrà assegnato un premio del valore di 1500 euro, 800 euro al secondo e 500 al terzo. Sono gli stessi orafi jesini a farsi carico dei fondi da mettere in palio, per incentivare la formazione nella filiera orafa, che - come ha affermato Luca Frezzotti, rappresentante di Confcommercio, da quest'anno partner ufficiale della manifestazione - “va considerata come in via di sviluppo”.
Gli istituti vincitori s'impegnano ad utilizzare i premi solo ed esclusivamente per attività di formazione rivolte all’arte orafa, laboratori di metalli e oreficeria.
Sabato 15 le creazioni dell'Istituto vincitore accompagneranno in passerella gli esercizi commerciali del centro cittadino, quali Ideadonna, Galleria del Bambino, Carisma, Ottica Rossini, Maglificio Teodori, Ylo Couture e la scuola di cucito Cristyle. Fino a venerdì mattina le creazioni delle giovani promesse dell'oreficeria sono esposte al Museo Archeologico di Palazzo Pianetti.





Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2018 alle 11:28 sul giornale del 13 settembre 2018 - 2136 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, sfilata, articolo, veronica sassaroli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYiW