Sicurezza, Lega chiede l'introduzione del vigile di quartiere

12/09/2018 - Possibile che nessuno dell’Amministrazione comunale si sia accorto in che situazione versino i servizi igienici della Stazione delle Corriere a Porta Valle?

Sembra infatti impossibile non accorgersene, pur non utilizzandoli, se non altro per il tanfo che emanano. La situazione non e’ certamente nuova, ma e’ degenerata ulteriormente.

Ebbene, sabato mattina, la situazione era la seguente: dei due bagni, solamente uno era aperto ed aveva lo scarico rotto già dalle ore 7,30, ed inoltre era giorno di mercato (tutte le bancarelle erano trasferite a Porta Valle per dar spazio alla manifestazione “notte azzurra”).

Quindi sorgerebbero spontanee due domande: chi e’ che ha il compito della loro manutezione e pulizia? E chi e’ che controlla le condizioni igieniche e quindi che i lavori anzidetti vengano svolti correttamente? Sembrerebbe quindi probabile che il numero dei vigili non sia sufficiente.

Considerando, inoltre, la precaria sicurezza piu’ volte denunciata dagli abitanti di queste zone adiacenti il centro storico, e ci si riferisce prevalentemente alla questione del “parco del vallato” mai risolta, il coordinamento cittadino della Lega per Salvini chiederebbe, pertanto, che venga istituito il “vigile di quartiere”. E’ impensabile infatti che i cittadini debbano segnalare ai vigili, quotidianamente ed in ogni momento, eventuali presunte illegalita’ che si riscontrino nel quartiere. Tale figura, quindi, oltre che avere una funzione di deterrenza, soprattutto nei confronti dei comportamenti incivili , essendo la stessa in continuo collegamento con le altre forze dell’ordine, svolgerebbe pertanto una attività di prevenzione della microcriminalità.


dalla Lega per Salvini
Coordinamento Jesi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2018 alle 18:42 sul giornale del 13 settembre 2018 - 1026 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, lega per salvini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYki