Cinema e musica live inaugurano la rassegna al Teatro Cocuje

13/09/2018 - Si aprirà all'insegna del cinema e della musica dal vivo il sipario della rassegna “Greetings from Teatro Cocuje”, ideata da Gianfranco Frelli e presentata da Milena Gregori.

Un doppio appuntamento, venerdì 14 e sabato 15 settembre alle ore 21.30, in via dell'Esino 13. “Abbandonarsi al cinema” è il titolo dell'evento e anche l'inevitabile destino degli spettatori, che si lasceranno trasportare da cinque proiezioni rigorosamente firmate da registi locali. Complice del cinema sarà la musica dal vivo, a cura di CromaNeutro, con Daniele Teodosi, Claudio Santoni, Michele Bellagamba e Alexandre Manuel. “Irene”, l'ultimo lavoro del regista di Castelplanio Jonathan Soverchia, darà il via alla serata con vesti inedite. Per il corto, presentato all'edizione 2017 di Cineconcerto, sarà la prima apparizione in pubblico con un nuovo montaggio. “Irene” s'ispira ad una delle “Città invisibili” di Italo Calvino: è la città che è contemporaneamente tutte le città, una calamita che attira lo sguardo, cui tutti mirano, ma che nessuno si azzarda a raggiungere. Ad accompagnare “Irene” sarà ancora una volta la musica dal vivo, per lei composta ad hoc. Diplomato in regia alla NUCT, Jonathan porta con sé un importante bagaglio di esperienze in ambito cinematografico: assistente alla regia e alla produzione in varie produzioni, ha partecipato al film “Italy in a day” di Gabriele Salvatores, e, nella vita di tutti i giorni, contamina la passione per il cinema con quella per l'arte, disciplina che insegna negli istituti artistici, e viceversa. Seguiranno, per la sua regia, “Rusty Nails”, “Palla al Matt!” e “Poco prima del caffè”. “Rusty nails è una co-regia. Nasce da un'idea di Andrea Montali. La musica, il soggetto e l'anima sono suoi – ci tiene a precisare Jonathan - Lo considero un satellite della mia poetica. Girato per ridere. Nonostante sia un po' lontano dal mio stile avrei una gran voglia di girare un sequel”. Anche “Poco prima del caffè”, vincitore di cinque premi internazionali, tra cui il PiGreco Filmfest – Festival internazionale di cinema breve, orbita in un'atmosfera fantastica e surreale. Il cortometraggio è incentrato sul tema del tempo, considerato in relazione al nostro destino, di cui siamo gli unici padroni. Il quinto corto che andrà in scena al Teatro Cocuje è “The guide swap”, neo-vincitore della terza edizione di Cineconcerto e opera prima del duo composto dai fratelli Alexandre e Grégoire Manuel. “Una storia intima, che tenta di far emergere la dimensione del sentimento amoroso in stretto contatto con un mondo circostante a volte inadatto.” Passato, presente e futuro s'intrecciano e la realtà si fonde con i sogni. È quanto si preannuncia anche dal Teatro Cocuje.







Questo è un articolo pubblicato il 13-09-2018 alle 23:47 sul giornale del 14 settembre 2018 - 1165 letture

In questo articolo si parla di cinema, attualità, jesi, articolo, veronica sassaroli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYmr