Calcio: Jesina ancora sconfitta, ma stavolta sul campo della capolista

30/09/2018 - Pesante verdetto contro la capolista Notaresco, per la Jesina, uscita sconfitta con uno 0-2 che non ammette repliche, che deve anzi fari riflettere, per le circostanze che hanno favorito le reti avversarie.

Proprio sul campo contro il Notaresco, che allora si chiamava San Nicolò fini l’avventura della Jesina in uno dei campionati più brutti della sua storia, il maggio scorso.

Oggi i leoncelli hanno ritrovato l’ex Bontà, che in quel tragico playout segnò la rete del pareggio e Massetti, all’esordio stagionale, dopo le 3 giornate di squalifica rimeditate proprio in conseguenza di quella partita.

La squadra di Ciampelli sembra in grado di contenere l’avversaria, senza correre troppi rischi, ma subisce due reti a cavallo dei due tempi e vanifica tutto. La prima rete sulle conseguenze di un calcio di punizione, il raddoppio su calcio di rigore, il secondo su due incontri consecutivi.

Insomma, due disattenzioni difensive.

L’unico spunto apprezzabile della Jesina, per rimettere in piedi la partita, la traversa di Riccio; troppo poco.

Sul campo della capolista poteva anche starci, serve però urgentemente un riscatto nel prossimo match del Carotti, contro il Campobasso.

(foto: pagina Facebook Jesina calcio)

NOTARESCO-JESINA 2-0

Notaresco: Monti, Candellori, La Barba, Di Lollo, Salvatori, Dalmazzi, Liguori (24’ st Marcelli), Blando (21’ st Leonzi), Moretti. Bontà, Minella. All.: Cudini.

Jesina: David, Riccio, Martedì, Capone, Nonni, Bordo (11’ st Cameruccio), Trudo, Zannini (3’ st Ricci), Pierandrei (34’ st Sassaroli), Magnanelli, Giovannini (12’ st Ceccuzzi). All.: Ciampelli.

Arbitro: Giacometti di Gubbio

Reti: 38’ pt Salvatori, 3’ st Minella (rig.)






Questo è un articolo pubblicato il 30-09-2018 alle 17:18 sul giornale del 01 ottobre 2018 - 2122 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYTx