Parlamentari del M5S in visita al Kids Club: alla loro attenzione un nuovo contratto di lavoro per gli operatori

02/10/2018 - Felici ed onorati @kid’s club della visita dei parlamentari marchigiani del Movimento 5 Stelle.

Abbiamo fatto conoscere la nostra realtà aziendale alla deputata Martina Parisse e ai senatori Mauro Coltorti e Sergio Romagnoli, parlando anche di un progetto che a kids sta molto a cuore: regolamentare il trattamento contrattuale e retributivo di tutti quei ragazzi che lavorano nel campo dell’animazione, nei servizi family e in quello complementari, non pensando essenzialmente ed unicamente ai 240 nostri dipendenti sparsi sul territorio italiano. Tanti giovani lavorano nell’ombra, senza dignità, e soprattutto spesso e volentieri non c’è né formazione né riconoscimento delle competenze. Abbiamo quindi affidato le nostre esperienze sul campo e la nostra idea a chi ha nel cuore il cambiamento e la dignità dei lavoratori e delle loro imprese.
Li ringraziamo per il tempo che ci hanno dedicato e per l’impegno che metteranno su questo particolare aspetto del lavoro.

Kid’s Club, azienda jesina che opera nel campo del family entertainment, ha incontrato la deputata Martina Parisse, i Senatori Mauro Coltorti e Sergio Romagnoli, tutti rappresentanti del Movimento 5 Stelle eletti nelle Marche.

Luca Allegrini, direttore generale di Kid’s Club, insieme a Giulio Pastore, amministratore dell’azienda, Stefania Allegrini, responsabile ufficio contratti, assistiti da Stefano Lovascio consulente del lavoro, hanno presentato non solo la loro azienda ma anche una innovativa idea per regolamentare il trattamento contrattuale e retributivo di tutti quei ragazzi che lavorano nel campo dell’animazione, nei servizi family e in quelli complementari, e non solo a riguardo dei dipendenti kids club, ma dettagliando un piano programmatico su base nazionale.
Parliamo di oltre 300.000 addetti in Italia nei settori del turismo, dell’animazione, dell’entertainemnt, - commenta Luca Allegrini - che hanno da sempre contratti tutti diversi,non appartenenti a nessuna ASSOCIAZIONE di CATEGORIA, e a volte non dignitosi, ed è per questo che da mesi abbiamo voluto studiare questo NUOVO CONTRATTO DI LAVORO, di cui vorremmo farne approvare la sua concretezza e innovazione nel campo.
La proposta di kids club nasce invece per regolamentare il trattamento contributivo e retributivo di tutti questi giovani, ma anche quello di far parlare di “competenze e formazione” in questi settori. I nostri 240 dipendenti in tutta Italia lavorano con i bambini, e tutti hanno una formazione adeguata per tramite della nostra academy, aspetto questo che garantisce sicurezza alle famiglie e divertimento allo stato puro agli oltre 400.000 bambini che ogni anno GIOCANO con noi, esordisce Giulio Pastore nel mezzo della riunione.
Questo però dovrebbe essere la norma quando si parla di bambini, e non l’eccezione. In più, regolamentando qualcosa che ad oggi non ha nessuna regolamentazione, lavoreremo sulla qualità delle proposte delle aziende come la nostra, e non solo sul prezzo” . dare dignità a tutti i lavoratori del settore e garantire maggiori sicurezze sia ai lavoratori stessi che alle aziende committenti.
Stefano Lovascio e Stefania Allegrini, entrambi “addetti ai lavori”, presentano un nuovo contratto di lavoro con un CCNL tutto dedicato, e ad essa collegata l’ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA dell’ANIMATORE/EDUCATORE, una idea made in Kids club.

Tutti gli esponenti cinque stelle marchigiani in meeting si sono dichiarati pronti a studiare il caso presentato in questo particolare mondo del lavoro, con una presentazione ai loro massimi vertici di comparto, quindi sulla scrivania dell’onorevole Luigi Di Maio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-10-2018 alle 08:55 sul giornale del 03 ottobre 2018 - 3803 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYWn





logoEV