Allo SMAU 360° Storytelling: la realtà virtuale racconta l’artigianato made in Italy

18/10/2018 - Dal 23 al 25 ottobre i visitatori dello Smau di Milano saranno “teletrasportati” nel laboratorio artigiano della designer Olivia Monteforte, grazie al progetto di tre startupper marchigiani.

Come raccontare e trasmettere il valore delle produzioni artigiane italiane? L’innovativo progetto si chiama “360° Storytelling” e consiste nel far vivere un’esperienza reale al visitatore, che entra nel laboratorio manifatturiero, incontra l’artigiano e può scoprire “di persona” come nasce un prodotto Made in Italy. Il tutto indossando un visore per la Realtà Virtuale.

L’idea nasce da un’intuizione di tre professionisti: Olivia Monteforte (di Pesaro), è un’artigiana di scarpe in pelle che disegna e realizza pezzi unici; Federico Brocani (di Jesi), opera nel turismo esperienziale organizzando visite nelle botteghe artigianali nelle Marche; mentre Massimiliano Camillucci è consulente informatico per l’innovazione digitale. Il progetto, considerato tra le migliori 20 start up marchigiane, è stato selezionato da Regione Marche, Camera di Commercio di Ancona e Punto Impresa Digitale per partecipare allo SMAU di Milano, dal 23 al 25 ottobre 2018. Lo troverete nell’area start up della Regione Marche, spazio Olivia Monteforte.

Grazie a “360° Storytelling” l’artigiano potrà presentare i suoi prodotti, raccontare la storia delle sue creazioni, ma soprattutto instaurare con l’interlocutore un rapporto emotivo. La realtà virtuale, infatti, permette di sperimentare una nuova dimensione coinvolgendo l’interlocutore in un’esperienza unica e immersiva. Attraverso il visore di Realtà Virtuale, il visitatore di è “teletrasportato” dentro il laboratorio dove nasce il prodotto e si immerge totalmente nei processi creativi e produttivi guidato da parole, immagini e video. L’obiettivo è offrire ad artigianato e manifattura uno strumento per raccontare in modo nuovo e interattivo come prendono vita le produzioni, facendo vivere al visitatore un’esperienza diretta e reale. A loro volta, clienti, investitori e stakeholder esplorano “da vicino” il laboratorio, scoprendo professionalità e know how di chi crea autentico artigianato Made in Italy.

Il progetto nasce e si sviluppa all'interno di Warehouse Coworking Factory di Marotta, che da alcuni anni è punto di riferimento regionale come hub creativo e spazio collaborativo, dove si prendono forma collaborazioni tra startupper e professionisti, e dove si sviluppano tecnologie ma anche progetto di impatto sociale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2018 alle 17:45 sul giornale del 19 ottobre 2018 - 565 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZxd