Rifondazione propone la cittadinanza onoraria per Mimmo Lucano

20/10/2018 - In queste settimane siamo stati in tanti, associazioni e singoli ad esprimere la solidarietà a Domenico Lucano sindaco di Riace incolpato di “reato di umanità” per avere in questi anni con coraggio e tanta determinazione trasformato la sua citta' morente, in un luogo aperto ai migranti di ogni Paese e costruito con loro un modello di comunità partecipe, solidale e prospera.

Insomma la dimostrazione che davvero un altro mondo è possibile quando c’è fantasia e tanta, tanta umanità. Il clima brutto di questo tempo, quello della discriminazione, dei poveri contro i poveri, del risorgente razzismo, alimentato ogni giorno dall’ alto, ha contribuito non poco ad un provvedimento giudiziario che mai come in questo caso testimonia della distanza tra legge e giustizia.

Ora però è il momento che la nostra solidarietà si trasformi in atti concreti. Dopo gli arresti domiciliari, ora Mimmo Lucano è diventato un esule, liberato ( perché troppo grande era lo iato tra ipotetiche accuse e misure di custodia) è stato costretto a lasciare la sua amata Riace. E se Riace è inibita a chi pratica la solidarietà proviamo ad ospitare in ogni città il testimone di questa solidarietà.

Chiediamo che in tante città si proponga la cittadinanza onoraria per quest’ uomo di pace. Con queste righe vogliamo invitare tutti quelli che come noi hanno voluto esprimere questi sentimenti a Mimmo, a costruire le condizioni perché Jesi accolga come uno di noi chi ha saputo accogliere. Siamo certi che in pochi giorni un comitato possa nascere e che nelle istituzioni tanti consiglieri accoglieranno questo invito.


da Rifondazione Comunista
Circolo Karl Marx






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2018 alle 23:55 sul giornale del 22 ottobre 2018 - 977 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifondazione comunista, jesi, Circolo Karl Marx

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZBK