A scuola con una maglia nera per ricordare le vittime di Corinaldo. Aderisce anche Jesi

lutto 1' di lettura 09/12/2018 - Una maglietta nera per ricordare. Anche la scuola si mobilita e ricorda la strage di Corinaldo.

Potevano essere i loro compagni, o forse lo sono. Sarà un lunedì mattina nel segno del lutto ad Ancona e provincia, come in tutto il panorama marchigiano. È per questo che lunedi 10 dicembre 2018 numerosi studenti delle Marche entreranno a scuola con una maglia nera per ricordare i loro compagni a cui è stata tolta la vita, una possibilità di futuro. A Jesi, così come in tanti altri Istituti anconetani e marchigiani. L’invito agli studenti è quello di vestirsi con una maglietta o felpa nera per ricordare Emma, Asia, Benedetta, Mattia e Daniele, quest’ultimo uno studente che frequentava l’Itis di Ancona. Senza dimenticare mamma Eleonora. “Con loro sono morti i nostri figli” hanno commentato in molti, così come per tanti compagni ed amici. Le Marche, in particolare il mondo della scuola si dimostra ancora oggi solidale verso una tragedia immane in un luogo di divertimento e soprattutto in quello che doveva essere, per tantissimi studenti, un giorno di festa.






Questo è un articolo pubblicato il 09-12-2018 alle 18:39 sul giornale del 10 dicembre 2018 - 2295 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, lutto, cordoglio, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a2gr





logoEV