Tragedia di Corinaldo, 15enne di Pergola esce dal coma: “La calca? Non me la ricordo”

discoteca di Corinaldo 10/12/2018 - Quasi quarantott’ore di un incubo vero. Quello di poter perdere la propria figlia. Invece no: la loro piccola – 15 anni – domenica si è risvegliata dal coma. E per i suoi genitori è esplosa la gioia. C’era anche lei alla Lanterna Azzurra di Corinaldo, durante quella maledetta notte, per il concerto del trapper 26enne Sfera Ebbasta. Ricoverata in rianimazione agli Ospedali Riuniti di Ancona, ha ripreso conoscenza ma non ricorda tutto l’accaduto.

Lei era una delle ferite gravi. Ora, invece, stringe di nuovo le mani dei suoi genitori. Ma la calca di quella notte (VIDEO) proprio non la rammenta. Come fosse un vuoto, qualcosa di rimosso o di non vissuto. “Stavo impazzendo dal dolore, ora impazzisco di gioia”, ha detto sua madre. Il padre, invece, è un carabiniere in servizio a San Lorenzo in Campo. È stato lui a confermare che la 15enne è stata subito in grado di riconoscere i suoi genitori. Intanto, per la tragedia di Corinaldo è stato fermato un minorenne: alcuni testimoni lo avrebbero accusato di aver spruzzato nell'aria lo spray al peperoncino che ha poi generato il caos. Tra le sei vittime anche Benedetta Vitali di Fano e Asia Nasoni di Marotta di Mondolfo.

Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Facebook Messenger cliccare su m.me/viverefano
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano

di Simone Celli
redazione@viverefano.com





Questo è un articolo pubblicato il 10-12-2018 alle 10:42 sul giornale del 11 dicembre 2018 - 2710 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, marotta, redazione, san lorenzo in campo, pergola, articolo, Simone Celli, discoteca di Corinaldo, tragedia di corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a2hq