Jesiamo: 'Visti i gravi problemi di memoria, sotto l'albero-palco, al PD faremo trovare un'agenda'

2' di lettura 18/12/2018 - Un misto di stupore e fantascienza, queste sono state le sensazioni respirate durante l'interpellanza del consigliere Pd Binci che chiedeva spiegazioni sulla realizzazione di Jesi Natale e sulle spese sostenute per le iniziative natalizie, superiori allo scorso anno.

Senza soffermarci sulle cifre, non esattamente quelle sventolate, la nostra preoccupazione va alla memoria, per non dire coerenza, fortemente instabile del Partito Democratico.

Lo scorso anno, nelle dichiarazioni proprio del consigliere Binci sulla rassegna, leggevamo di un Natale non solo sottotono ma del tutto assente, il vuoto insomma, di una mancata programmazione, del non coinvolgimento dei commercianti. Gli faceva eco il segretario cittadino del suo partito, con dichiarazioni importanti sul come, investire in eventi culturali durante quel periodo "può rappresentare un volano per far crescere l'economia" aggiungendo preoccupazione per lo scarno programma, fatto dai soliti eventi privi di novità, un "Natale senza sfavillio se paragonato ad altre città".

Restiamo quindi senza parole, stupiti, da quanto dichiarato oggi dal consigliere Binci, non soddisfatto della maggior cifra spesa in quanto "non erano poche le iniziative nemmeno lo scorso anno" con gente presente e piazze sempre piene.

Coerente e serio invece è risultato l'assessore Ugo Coltorti durante la risposta alla scomposta interpellanza. La cifra investita infatti non riguarda assolutamente la sola realizzazione dell'albero-palco come, soprattutto in certi commenti, si è cercato di far credere. Si tratta di un ricco e vario programma di iniziative, allestimenti e promozione che vanno dal 1 dicembre al 6 gennaio. Il tutto nato da un tavolo di lavoro al quale, come il Pd in teoria voleva, sedavano assessori, consiglieri, tecnici, associazioni e commercianti. Si tratta quindi anche di un percorso di collaborazione con sviluppi futuri nato 3 mesi fa. I risultati sono sotto gli occhi di tutti con un numero di appuntamenti ricco e vario (come voleva il Pd, ribadiamo), in grado di non sfigurare rispetto ad altri comuni che, va ricordato, hanno speso una cifra anche 10 volte superiore alla nostra. Il calendario per utilizzare la struttura di Piazza della Repubblica ha fatto registrare in pochi giorni il tutto esaurito, dimostrandone senza dubbio l'utilità, come molto chiare sono le immagini che mostrano un centro storico ricco di presenze, come raramente capita di vedere.

Un successo quindi che fa bene alla città, ottenuto grazie a questo lungo lavoro e alla fattiva e positiva collaborazione dell'associazione dei commercianti. Nella speranza che il Pd risolva i suoi problemi di memoria, speriamo di chiudere definitivamente queste polemiche godendoci tutti il Natale jesino.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-12-2018 alle 12:35 sul giornale del 19 dicembre 2018 - 2348 letture

In questo articolo si parla di politica, Jesiamo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a2A7





logoEV