L'Anpi sulle modifiche allo statuto comunale, indetta assemblea pubblica

anpi 18/12/2018 - "La storia di Jesi non si riscrive", l'Anpi organizza un'assemblea pubblica presso la ex II circoscrizione.

Non permetteremo che vengano riscritte le radici democratiche di Jesi cancellando il riferimento all'Antifascismo e alla Resistenza e stravolgendo l'impianto introduttivo dei principi fondamentali dello Statuto. Il rinvio della discussione operato durante l'ultimo Consiglio comunale del 29 novembre era stato richiesto per poterne discutere con la società civile, così come previsto dallo stesso Statuto, ora apprendiamo dalla stampa locale che i termini antifascismo e Resistenza sono stati reintrodotti: ma da chi e in quale documento? Si continua ad apportare modifiche al testo dello Statuto comunale a proprio piacimento senza il contributo della società civile organizzata e dei cittadini.

Per questo chiediamo a tutti gli antifascisti e ai democratici di partecipare all'assemblea di mercoledì 19 dicembre alle ore 18 presso l'ex II circoscrizione in Via San Francesco a Jesi. invitiamo tutti alla più ampia partecipazione a questo appuntamento importante che riteniamo essere uno strumento democratico di confronto e di risposta al tentativo di dimenticare una storia di antifascismo e resistenza che è scritta nelle lapidi sparse in tutta la citta' fino a Montecappone , nella medaglia d'oro del partigiano Libero Leonardi che insieme alla lettera del giovane partigiano Eraclio Cappannini si trova proprio all'ingresso della residenza municipale,






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-12-2018 alle 18:46 sul giornale del 19 dicembre 2018 - 452 letture

In questo articolo si parla di attualità, Anpi Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a2Cz