All'IME "Il sillabario del tempo", ospite l'autrice Guglielmina Rogante

08/03/2019 - Sabato 16 marzo ore 17.30, l’IME – Istituto Marchigiano di Enogastronomia, ospita Guglielmina Rogante con il Sillabario del tempo. Storie di paesaggi e di cibi, presenta Tommaso Lucchetti.

Siamo entrati, da bambini, nella civiltà della scrittura usando le parole della vita, emme come mela". Con le parole della letteratura, il Sillabario di Guglielmina Rogante ci riporta al senso profondo, al profumo della vita e della civiltà, della cucina e delle sensazioni dimenticate. Un dizionario delle fragranze e delle sinestesie che la letteratura e la memoria restituiscono ai cibi, una porzione di immaginario alimentare del nostro tempo”. L’affascinante racconto della Rogante, dedicato alla sua terra marchigiana, non si tinge di rimpianto, ma di una fervida vivacità dettata dai profumi e dai sapori del cibo preparato nella cucina delle “vergare”, nel loro focolare ricco di storie e lavoro, dove hanno saputo custodire la tradizione delle ricette che sono divenute le eccellenze enogastronomiche delle Marche.

Ad introdurre questa raffinata scrittrice marchigiana sarà lo storico dell’alimentazione Tommaso Lucchetti che ha curato la prefazione del libro e ritornerà all’Ime per questo nuovo appuntamento con la storia del cibo marchigiano. Alla conferenza seguirà una ricca degustazione di ricette tradizionali delle campagne fermane presso le sale dell’Ime.

Guglielmina Rogante è nata a Grottazzolina nel 1950. Si è laureata in Lettere moderne presso l’Università Cattolica di Milano dove, fino al 2000, ha tenuto corsi di Letteratura Moderna e Contemporanea. Tutt’ora vi svolge attività di ricerca presso il Centro “Letteratura e Cultura dell’Italia Unita”. Ha pubblicato saggi su autori tra Otto e Novecento, in particolare su Ungaretti, Luzi, Sereni, Turoldo, Silone e in diversi interventi ha trattato il tema del rapporto cibo- letteratura. Ad ogni incontro organizzato all’IME, aperto e gratuito per tutti, seguirà un’invitante degustazione tematica sull’argomento della conferenza, a pagamento e su prenotazione. Dopo la degustazione viene proposta una cena con le ricette, i prodotti tipici e i vini certificati delle Marche, anche’essa a pagamento e su prenotazione. (Prenotazioni per e-mail: eventi@istitutomarchigianodienogastronomia.it oppure al numero di tel. 348800947. Per informazioni: https://www.facebook.com/events/2010090959074768/ www.istitutomarchigianodienogastronomia.it).

I prossimi appuntamenti.

Il 24 marzo il noto chef Alessandro Pazzaglia presenterà il suo libro Antiche Ricette Cultura, tradizione, salute dal territorio marchigiano, uno splendido omaggio ai piatti del suo territorio fermano letti attraverso la convivialità amichevole e familiare ed un’attenta analisi nutrizionale condotta dal coautore e nutrizionista dell’Ospedale Regionale di Ancona Massimiliano Petrelli con il quale ha iniziato questo percorso di salute e gusto.

Il 25 maggio sarà ospite la Varnelli per festeggiare i suoi 150 di attività; una lunga storia di continua innovazione e rispetto della tradizione sottolineata dalla licenza UTF n°1. Un traguardo che la celebre impresa marchigiana ha voluto festeggiare con un golosissimo matrimonio: il gelato al Varnelli promosso dai maestri gelatieri del Festival del Gelato di Agugliano.
Il gelato è anche il tema del libro scritto da Tommaso Lucchetti e Ugo Bellesi per questo compleanno: Gelato di Marca. Breve storia del gelato marchigiano. Pochi, infatti, sanno che il gelato nella nostra regione vanta una tradizione antichissima di cui i due autori ci sveleranno la curiosa storia.


da IME, Istituto Marchigiano di Enogastronomia







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2019 alle 09:52 sul giornale del 13 marzo 2019 - 264 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Istituto Marchigiano di Enogastronomia, IME, gugliemina rogante

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a45t