Calcio: Jesina, tre punti d’oro contro il Giulianova. Per la salvezza manca solo la matematica

17/03/2019 - Dopo la sosta, dopo la precedente vittoria di Casltelfidardo, alla Jesina servivano altri tre punti, per incrementare le distanze dalla quota play-out.

Una bella giornata di sole ha salutato il ritorno alla vittoria, allo stadio Carotti, contro un Giulianova assetato di punti, che si è dimostrato certamente superiore all’attuale classifica.

Il tecnico ospite Bolzan ha proposto uno schieramento iniziale con Di Paolo al posto di Tozzi Borsoi, trovando maggiore mobilità e copertura degli spazi.

Fatto sta che la Jesina, nel primo tempo, pur mantenendo sempre l’iniziativa, ha dovuto badare a non scoprirsi troppo e nemmeno allungarsi, per non rischiare rapidi contropiede, da parte dei veloci Antonelli e Staffelli.

La squadra di Ciampelli ha avuto il merito di costruire il suo gioco con pazienza, senza arrendersi e rassegnarsi a uno 0-0 sempre più vicino, con il passare dei minuti.

La prima vera occasione per la Jesina è al 14’, grazie a Ricci che, con la propria squadra in favore di vento, tenta fortuna da una trentina di metri. La conclusione è troppo centrale e Pagliarini blocca.

Al 36’ qualche brivido per quella che in definitiva sarà l’unica occasione per il Giulianova: diagonale insidioso di Di Paolo, che Anconetani respinge in tutto.

Ancora la Jesina alla conclusione, stavolta con il difensore Nonni, al 41’, sulla respinta corta della difesa ospite. Il tiro è però debole e Pagliarini non si fa sorprendere.

A inizio ripresa la Jesina aumenta la propria pressione offensiva e già al 12’ arriva vicina alla rete: Cameruccio brucia Del Grosso sul piano della velocità e arriva a tu per tu con il portiere ospite, che è però bravo a chiudere il specchio della porta, ribattendo con i piedi la conclusione.

Al 18’ bel pallonetto di Cameruccio, che però finisce sulla parte alta della rete.

Bolzan decide di mandare in campo Tozzi Borsoi, ma la scelta si rivela poco azzeccata: il quarantenne attaccante ospite tocca una manciata di palloni, senza rendersi pericoloso e la squadra abbassa i suoi ritmo di gioco. Senz’altro giusta la scelta di Ciampelli che manda in campo Cruz Pereira.

Finalmente Villanova trova un compagno con cui poter duettare e già al 36’, con una combinazione tra i due, Cruz Pereira, pur se pressato da due difensori, trova lo spazio per una conclusione, che sembra sfiorare il palo sinistro.

La rete, tanto sospirata, quanto meritata, arriva al 41’: bella azione in profondità di Villavona, che mette fuori causa un paio di difensori, al momento del cross viene contrastato da De Fabritiis. Recupera Pasqualini, sul cui cross Barbetta colpisce male. La palla si impenna e Cruz Pereira, spalle alla porta, tocca di testa, mettendo fuori causa Pagliarini. 1-0!

Qualche timida protesta da parte degli ospiti per una presunta posizione di off-side, ma per il guardalinee non ci sono dubbi. Tutto regolare.

Ancona Cruz Pereira vicino alla rete al 44’; sulla respinta corta della difesa, botta a colpo sicuro, ma la palla indirizzata verso l’incrocio dei pali finisce alta.

Bene anche così.

JESINA-GIULIANOVA 1-0

Jesina: Anconetani, Martedì, Pasqualini, Marini, Nonni, Bordo (32’ st Matinata), Fracassini, Yabrè, Villanova (45’ st Magnanelli), Ricci (13’ st Barbetta), Cameruccio (29’ st Cruz Pereira). All.: Ciampelli

Giulianova: Pagliarini, Del Grosso, Ferrini, Fuschi, De Fabritiis, Lenard, Antonelli, Torelli, Di Paolo, Napolano (17’ st Tozzi Borsoi), Staffelli (17’ st Morra). All.: Bolzan.

Arbitro: Russo di Torre Annunziata

Reti: 41’ st Cruz Pereira)

Ammoniti: 43’ pt Cameruccio, 1’ st Del Grosso, 27’ st Torelli, 38’ st Morra, 39’ st Yabrè

Calci d’angolo: 3-1

Spettatori: 700 circa






Questo è un articolo pubblicato il 17-03-2019 alle 17:53 sul giornale del 18 marzo 2019 - 1965 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5pH