Chiaravalle: Piazza Oberdan, Rifondazione: "L'ordine è già stato eseguito, un altro schiaffo a partecipazione e democrazia"

18/03/2019 - E’ dunque accaduto, i pini sono stati abbattuti.

Avevamo chiesto alcuni gironi or sono, sposando le richieste e le perplessità di tante e tanti, una pausa per riflettere e discutere, per verificare se c’erano altre soluzioni per quegli alberi e per la piazza. Siamo stati i soli e come sempre inascoltati.

Sarebbe stato possibile ragionare sullo spostamento di quei pini evitandone la morte, si sarebbe potuto sentire i modi di metterli in sicurezza in quel luogo, soprattutto sarebbe stata l’ occasione per ragionare di più e meglio su quella piazza, tanto cara ai chiaravallesi, viva e dinamica ma proprio per questo da rendere “aperta” e per tutti.

Strano modo di concepire la partecipazione e la discussione pubblica da parte dell’ amministrazione comunale, non si informano i cittadini e poi quando questi provano a chidere spiegazioni o proporsi per concorrere a soluzioni dei problemi con proposte e osservazioni, si fanno spallucce e si corre a determinare il fatto compiuto. Forse sarà un’ esagerazione ma ci è suonata in testa la frase drammatica “l’ordine è già stato eseguito” ...


dal Partito della Rifondazione Comunista Chiaravalle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-03-2019 alle 17:56 sul giornale del 19 marzo 2019 - 1817 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifondazione comunista, prc, Partito della Rifondazione Comunista, Partito della Rifondazione Comunista Chiaravalle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5sQ





logoEV