Chiaravalle: contro gli stereotipi di genere per educarsi al rispetto delle differenze

19/03/2019 - Giovedì a Chiaravalle il terzo incontro del ciclo “Formati per formare”, dedicato al dialogo educativo con i giovani.

Giovedì prossimo, 21 marzo, si terrà presso il Teatro Comunale di Chiaravalle il terzo appuntamento di “Formati per formare”, il ciclo per insegnanti, educatori e genitori promosso dal Comune di Chiaravalle e dall’Istituto di Istruzione Superiore “Podesti - Calzecchi Onesti” (sede di Chiaravalle) e dedicato al dialogo educativo con le nuove generazioni.

L’incontro, dal titolo “W(h)o-man?”, si incentrerà sulla decostruzione degli stereotipi e dei pregiudizi di genere e sull’educazione al rispetto delle differenze. A tenerlo sarà Orietta Candelaresi, insegnante, pedagogista ed esperta di educazione di genere, già autrice di un saggio – intitolato anch’esso “W(h)o-man” – che analizza come nelle pratiche educative si perpetuino ancora certi stereotipi che intrappolano soprattutto i giovani maschi in un’idea di virilità fuorviante e irrealistica. Il suo intervento metterà in luce molte delle “gabbie” culturali dentro cui siamo rinchiusi, spesso inconsapevolmente, e ci permetterà di lavorare sui modelli educativi impliciti, contrastando ogni forma di discriminazione, violenza e bullismo legata al genere. Nel corso dell’incontro verrà proiettata la video- inchiesta “Ma il cielo è sempre più blu”, frutto di un’indagine svolta nelle scuole italiane dalla videomaker Alessandra Ghimenti (già impegnata presso la Casa delle Donne di Milano), che sarà presente all’iniziativa.

Francesco Favi, assessore alla cultura e alla pubblica istruzione di Chiaravalle, sottolinea come “non a caso, assieme alla rassegna ‘Le donne raccontano il cinema delle donne’ e al ciclo di incontri con autrici ‘Le domeniche in biblioteca’, questa iniziativa formativa è stata programmata per marzo: uno dei due mesi (insieme a novembre) che dal 2013 il Comune di Chiaravalle dedica alla valorizzazione del genere femminile, alla promozione delle pari opportunità e al contrasto della violenza di genere nell’ambito di ‘AcomedonnA’: un progetto basato sulla convinzione che la donna sia la miglior espressione delle potenzialità insite nell’essere umano e che una società più giusta e più matura non possa che partire dal suo esempio, soprattutto in quel laboratorio del futuro che è la scuola”.

Come gli altri tre appuntamenti del ciclo, anche questo sarà ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti e avrà una durata di 4 ore a partire dalle 14.30 con la registrazione dei presenti.
Per gli insegnanti varrà il riconoscimento di 4 crediti formativi, con possibile iscrizione sulla piattaforma Sofia del MIUR tramite il titolo W(h)o-man (codice 25346).

Info: Ufficio Servizi Educativi Comune di Chiaravalle (071.9499235) - I.I.S. Podesti - Calzecchi Onesti (071.94262) - Teatro Valle (071.7451020)








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-03-2019 alle 16:02 sul giornale del 20 marzo 2019 - 656 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5vg