Rugby: Seniores, cuore e disciplina per battere Arezzo

2' di lettura 25/03/2019 -

Il campionato di serie B vede sul cammino della Seniores l'Arezzo, domenica 24 marzo. Una partita per nulla scontata perché nonostante la classifica penalizzi gli avversari, Jesi ha dovuto necessariamente tenere alta la guardia, giocando una partita all'insegna della maturità, del bel gioco, della disciplina. Con una vittoria netta che conferma sì l'ottavo posto ma con minor distacco dalla settima (-3 dalla Amatori Parma).

Il risultato è una partita dominata soprattutto nella mischia ordinata e con una costante sequenza di punti tutti di marca jesina.
La prima meta del match porta la firma di Renzi. Dopo una sequenza in attacco è bravo Santarelli a trovare un varco nella difesa e andare a segno. Scavone dopo aver rubato l'ovale su rimessa segna ancora mentre Arezzo resta a secco (0-26).

Feliciani apre il secondo tempo con la meta numero 5, Jesi continua ad incamerare punti anche con una punizione di Santarelli. Arezzo non si lascia andare e segna due mete prima della fine. Ma non basta.
Termina 17-34, i Leoni conquistano la posta in palio. Ancora una vittoria e la certezza di poter dare ancora tanto in questo campionato.

"Un grande plauso ai ragazzi, che non si sono mai lasciati sfuggire la direzione della partita e non hanno perso la concentrazione. Sono stati molto disciplinati, non aver preso neppure un giallo ne è la prova". Commenta così Mariano Fagioli. "Sapevamo che non sarebbe stata una trasferta facile, ma siamo arrivati qui con la convinzione di fare una grande partita, raggiungendo l'obiettivo della vittoria".

Rugby Jesi 1970: Iacob, Ramazzotti, Gai, Cappuccini, Renzi, Santarelli, Fagioli Lucas, Sandroni, Scavone, Liberatore, Feliciani, Albani, Santini, Piergirolami, Bruciaferri E. Amendola, Diagne, Bimbo, Simonetti, Matera, Bruciaferri N. All. Mariano Fagioli


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 25-03-2019 alle 22:38 sul giornale del 26 marzo 2019 - 463 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5Kx





logoEV