Ancona: donna rapinata e malmenata con un manganello, due arresti

Questura di Ancona 1' di lettura 17/04/2019 - Rapina in centro ad Ancona, in piena notte: tre persone hanno accerchiato, picchiato e rapinato una donna di 32 anni di origini nigeriane.

È successo attorno all'una di notte in corso Amendola: la 32enne stava tornando a casa quando è stata fermata con un pretesto da un gruppetto di tre persone e accerchiata. I tre le hanno chiesto l'ora: quando lei per rispondere ha tirato fuori lo smartphone dalla borsa, lo hanno strappato dalle sue mani. I tre la hanno poi presa a pugni e colpita con un manganello telescopico.

Le urla della donna hanno messo in fuga i balordi e richiamato l'attenzione di passanti e residenti, che hanno chiamato la polizia. Le volanti intervenute sul posto hanno setacciato la zona fino a intercettare due dei tre sospetti rapinatori. Si tratta di un disoccupato anconetano di 22 anni e di un operaio 24enne del Burkina Faso.

Entrambi ubriachi, sono stati arrestati per rapina e resistenza a pubblico ufficiale, dato che hanno tentato di sfuggire all'arresto aggredendo anche i poliziotti. Nel caso in cui la donna sporgesse denuncia, i due dovranno rispondere anche del reato di lesioni. Gli agenti della Questura stanno cercando di rintracciare il terzo aggressore.






Questo è un articolo pubblicato il 17-04-2019 alle 19:01 sul giornale del 18 aprile 2019 - 726 letture

In questo articolo si parla di cronaca, rapina, aggressione, questura di Ancona, volante, volanti, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6Do