Maiolati: dati regionali sulla raccolta differenziata, il Comune passa dal 63,44 al 70,13%

rifiuti raccolta differenziata porta a porta 3' di lettura 01/05/2019 - Più attenzione all’ambiente e maggiore sensibilità nei confronti della differenziazione e del riciclo dei rifiuti.

È quanto emerge dai dati regionali sulla percentuale di raccolta differenziata di rifiuti nell’anno 2018. La percentuale di RD (raccolta differenziata) è passata dal 63,44 per cento del 2017 al 70,13% dell’anno passato.

I dati, validati dal Catasto regionale dei rifiuti, rappresentano per il comune di Maiolati Spontini “un traguardo molto importante – spiega l’assessore all’Ambiente Irene Bini – anche con il sistema di Raccolta Misto, ossia con i cassonetti stradali per carta, cartone, vetro, lattine e plastica, e con il ritiro domiciliare per umido e indifferenziato. Un risultato, l’incremento della differenziata, per il quale dobbiamo ringraziare i cittadini, veri protagonisti insieme a SOGENUS.

La strada, quindi, è quella giusta ma si può fare anche meglio: sono convinta, infatti, che anche quello che può sembrare un obiettivo molto ambizioso, come la percentuale del 75% di RD, può essere raggiunto entro l’anno”.

Il balzo in avanti di 7 punti percentuale, che pone Maiolati Spontini in una fascia medio-alta rispetto ai dati regionali, è la conseguenza di una maggiore attenzione da parte dei cittadini, nei cui confronti l’Amministrazione comunale ha svolto, ormai da tempo, iniziative e progetti di sensibilizzazione, a partire dagli alunni delle scuole.

Vanno in questa direzione le oltre 20 campagne, realizzate in collaborazione con Legambiente, di “Puliamo il mondo”, ma anche progetti come “Scarabeo verde”, proposto dall’Assemblea Territoriale d'Ambito (ATA), per sensibilizzazione i giovani in materia di sostenibilità ambientale. Il Comune incentiva anche l’utilizzo del Centro Ambiente “Il Quadrifoglio”, a Pozzetto di Castelplanio, l’impianto di trattamento dei rifiuti differenziati tecnicamente all'avanguardia, inaugurato nel 2011, a disposizione dei Comuni della media Vallesina, ad integrazione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti urbani per famiglie e imprese.

Al Centro Ambiente è possibile consegnare gratuitamente i rifiuti ingombranti, insieme a plastica, carta, vetro, potature, ramaglie e materiale verde in genere. Inoltre l’Amministrazione comunale, attraverso l’utilizzo della Polizia locale dell’Unione dei Comuni della Vallesina, e con la collaborazione della SOGENUS, ha accentuato nel corso degli anni l’attenzione, anche con azioni repressive, nei confronti del fenomeno dell’abbandono dei rifiuti “che riguarda una minoranza di cittadini – osserva l’assessore Bini – ma che persiste con un danno, oltre che di immagine, anche economico, dovuto al costo per rimuovere e recuperare i rifiuti abbandonati”.

Ma non basta. “È stata fatta una comunicazione agli operatori del mercato del martedì – spiega sempre l’assessore Bini – per indicare le modalità e la necessità di operare un corretto smaltimento dei rifiuti prodotti, questo in collaborazione con il servizio di igiene ambientale del CIS, che ha garantito un’ulteriore differenziazione e un maggiore controllo. Anche grazie a questa iniziativa dell'Assessorato all’Ambiente e a tutti gli altri protagonisti già citati si è potuto riscontrare un risultato buono ma che può e deve essere ancora migliorato. Tutto questo per l'ambiente e di conseguenza per la qualità della vita dei cittadini”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-05-2019 alle 00:22 sul giornale del 02 maggio 2019 - 1205 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini, raccolta differenziata porta a porta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6Zu





logoEV