Castelbellino: la lista Ritroviamo Castelbellino candida a sindaco Federica Carbonari

12/05/2019 - Impegnata in questa tornata elettorale, la lista civica Ritroviamo Castelbellino presenta il proprio candidato sindaco, Federica Carbonari, e indica le date dei prossimi incontri con la cittadinanza.

Sono Federica Carbonari, ho 35 anni, due figli e sono un avvocato, e da oltre 5 anni sono titolare di uno Studio Legale. Da oltre due anni vivo a Stazione di Castelbellino, zona “I Tigli”, prima ancora ho abitato in località Scorcelletti (di Castelbellino) ma ho trascorso gran parte della mia infanzia a Pantiere, dove risiedevano i miei nonni materni. Una famiglia questa, che mi ha insegnato tutto e da cui ho appreso i valori della comunità, del senso civico in senso stretto. Valori che non hanno colore o simbolo, se non quello della comunità stessa.

Per questo, la lista civica “RitroviAmo Castelbellino” è - prima di tutto - un progetto vincente: e lo è, al di là di quello che poi sarà il risultato elettorale.

Abbiamo creato una squadra di persone impegnate da sempre in ogni ambito civile e soprattutto di grandi professionisti, che sapranno mettere la loro esperienza e competenza al servizio della cittadinanza. E non era certo facile in un periodo dove si tende unicamente ad essere divisi gli uni dagli altri, ed perseguire la logica individualistica e non del senso sociale.

Un gruppo di persone che si è costituito con l’obiettivo primo di dare un nuovo volto al comune stesso: non ci interessano né le questioni, né ancor più le dinamiche della vecchia politica, che sono e devono restare parte del passato. Se si vuole ricreare una comunità è necessario svincolarsi da tutto ciò investendo su programmi che siano davvero concreti e funzionali a ricreare e sviluppare la cittadinanza, e che vadano ad abbracciare tutti e cinque gli anni dell’amministrazione che verrà, e non siano unicamente la solita “corsa agli armamenti” ovvero una casuale “grande voglia di fare” del periodo ante – elezioni.

Questo perché, al contrario di ciò che si vuole far credere, la cittadinanza non ha memoria corta, anzi: ci si ricorda invece molto bene di tutte quelle che costituiscono le cosiddette “promesse elettorali”, di ciò che è stato veramente realizzato, e no, negli anni precedenti.

Ecco perché si deve partire da un progetto che possa essere di immediata e concreta attuazione, dando voce anche alle minoranze e che parta prima dalle richieste più urgenti della comunità.

Prima di costruire il palazzo e decidere di impegnare grandi quantità di denaro pubblico, bisognerebbe gettarne bene le basi, perché i soldi che vengono spesi per la cittadinanza sono – si ripete – soldi pubblici, presi dalle tasche degli stessi cittadini e per questo non si può prescindere dal coinvolgimento diretto di ogni singolo soggetto alle decisioni di maggiore interesse pubblico, attraverso degli strumenti ad hoc, quali il referendum locale e le “consulte di quartiere”.

Il nostro programma sviluppa nel dettaglio tutto ciò.

E ancora, rilanciare e valorizzare le peculiarità del territorio comunale, avviandolo verso il percorso per il riconoscimento dei “Borghi più belli d’Italia”, salvaguardia e tutela dell’ambiente mediante l’istituzione di un “Registro Tumori” e l’impegno che questa lista civica ha a cuore, a contribuire alla immediata chiusura della discarica “La Cornacchia” e a monitorare la salubrità dell’aria, dell’acqua e del territorio, al fine di assicurare la corretta gestione del territorio da parte di aziende private.

E’ infine imprescindibile che risorse minori a disposizione dei comuni richiedano alla pubblica amministrazione una concreta razionalizzazione delle stesse, evitando ogni possibile spreco e rivedendo a fondo ogni singola voce di bilancio. In quest’ottica è indispensabile rivedere e riallacciare le apposite/convenzioni partnership con i comuni limitrofi atte a colmare le disfunzionalità del comune la promozione di protocolli d’intesa ad hoc con tra amministrazione e aziende private.

Ovvio che un ruolo chiave sarà la capacità dell’amministrazione di saper cogliere ogni singola opportunità che viene offerta dai fondi pubblici regionali ed europei, che oggi sono completamente abbandonati. Per questo abbiamo anche soggetti preposti al reperimento di tutti i bandi nazionali e sovranazionali che siano da supporto alle singole aziende private ma anche all’amministrazione comunale nella realizzazione di strutture e iniziative per la cittadinanza.

Affronteremo tutti questo argomenti e molto altro ancora durante i prossimi incontri pubblici, che si terranno:

- Giovedì 16 maggio, alle ore 21, presso il Teatro Polivalente di Pianello Vallesina, Monteroberto;

- Martedì 21 maggio, alle ore 18, presso il “Circolo Ricreativo I Maggio Endas” di Castelbellino;

- Mercoledì 22 maggio, alle ore 21, presso il Circolo Ricreativo di Scorcelletti, Castelbellino;

- Giovedì 23 maggio, alle ore 21, manifestazione di chiusura della campagna elettorale presso il Parco Le Querce di Stazione di Castelbellino.


dalla Lista civica Ritroviamo Castelbellino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2019 alle 22:09 sul giornale del 13 maggio 2019 - 1939 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7oZ