Maiolati: confronto tra candidati sulla discarica, teatro pieno

3' di lettura 19/05/2019 - Grande successo di pubblico per l’assemblea organizzata ieri sera venerdì 17/05/19 dal comitato difesa diritti civici, legalità e beni comuni e da ACU Marche, associazione consumatori utenti sul tema “discarica la cornacchia, quale futuro”.

Teatro Ariston gremito, grazie ai tanti i cittadini partecipanti ed ai candidati sindaci presenti e a quelli assenti che hanno inviato un comunicato per far conoscere alla cittadinanza la singola propria posizione su questa tematica.

Da rimarcare l’assenza, per la rilevanza politica che ricoprono sul territorio, del candidato di Castelplanio Fabio Badiali, impegnato nella presentazione di un libro, e della candidata pd sotto le insegne della lista percorso civico, Irene Bini. Quest’ultima, dopo aver declinato l’invito a partecipare, pur in assenza di particolari impegni, richiamandosi ad una presunta parzialità del comitato, ha ritenuto alle 20,43, quindi un quarto d’ora prima dell’inizio dei lavori, di inviare via WhatsApp un testo molto lungo e poco chiaro circa la posizione della sua lista sul tema trattato. La cosa è stata considerata da molti presenti, che non hanno mancato di farlo rilevare nei loro interventi, poco cortese ed irrispettosa della cittadinanza intervenuta.

Il comitato, per ribadire la sua imparzialità, ha comunque dato lettura del comunicato della candidata Bini, che ha sforato abbondantemente i 5 minuti di tempo concessi per l’intervento cui tutti gli altri candidati si sono attenuti scrupolosamente. Ricordiamo che il motivo principale della presunta parzialità del comitato addebitata dalla Bini è il mancato invito alla manifestazione degli organi direttivi della sogenus, laddove l’assemblea aveva un carattere squisitamente politico e non tecnico, nel senso che l’interesse preminente era far emergere il futuro indirizzo politico che i candidati contano di assumere in caso di elezione. Il comitato ribadisce che era semmai compito dell’amministrazione comunale, di cui la Bini è membro, illustrare alla cittadinanza il progetto di riprofilatura o scoperchiamento di cui la giunta stessa ha incaricato la sogenus. Questo prima di procedere ad incarichi esterni in tal senso da parte della società partecipata.

Il comitato vuole concedere l’onore delle armi a Giancarlo Carbini, ex sindaco di Maiolati che, pur dalla parte sbagliata della barricata, ha avuto il coraggio e la lucidità di partecipare ed intervenire anche se visibilmente provato. Il comitato gli riconosce il fatto di avere messo la faccia nella difesa d’ufficio del suo operato e delle giunte che ha presieduto, a differenza di altri assessori, assenti, capaci di intervenire solo in presenza di claque favorevoli e con atteggiamenti provocatori ed antidemocratici. Tutti i candidati intervenuti si sono espressi, senza eccezioni, per la chiusura della discarica e lo stop al progetto di riprofilatura della stessa con aumento della capacità di abbancamento per altri due anni. Un ringraziamento particolare va, di cuore, a tutti i componenti del comitato che hanno collaborato fattivamente all’organizzazione dell’evento. L’intera serata è visibile, grazie alle riprese effettuate dal Presidente di ACU marche Carlo Cardarelli, sul sito facebook del “comitato per il controllo della discarica cornacchia” o sul sito facebook “cittadini di Maiolati e Moie” Invitiamo chi non avesse potuto partecipare a visionare i video per farsi un’idea delle posizioni dei vari candidati su questa tematica.


da Comitato difesa diritti civici, legalità e beni comuni





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2019 alle 19:14 sul giornale del 21 maggio 2019 - 2051 letture

In questo articolo si parla di attualità, moie, Maiolati Spontini, Comitato difesa diritti civici, legalità e beni comuni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7Ft





logoEV