Biodigestore, Jesiamo e Jesinsieme replicano alla segreteria provinciale del PD

1' di lettura 14/06/2019 - I Gruppi consiliari di maggioranza rispondono alla nota del PD provinciale sulla ubicazione del Biodigestore.

Invitiamo il segretario provinciale del Pd - che da Sindaco di Monte San Vito non ci risulta abbia quasi mai partecipato alle assemblee dell’Ata - ad informarsi con il presidente della Provincia e con gli altri Sindaci del suo stesso partito sicuramente più presenti ed attivi, per apprendere da dove abbia avuto origine la proposta di individuare la zona interporto di Jesi la migliore - sotto il profilo della posizione baricentrica, della logistica stradale e della vicinanza del metanodotto - per realizzare un biodigerstore (a farne ulteriore fede ci sono i verbali audio del presidente Luigi Cerioni e del direttore Massimiliano Cenerini alla Commissione consiliare sul biodigestore tenutasi a Jesi il 14 maggio scorso).

Se solo avesse partecipato a tali assemblee invece di spendersi per la campagna elettorale del suo Comune - con risultati per lei per altro infausti - eviterebbe di accusare il Sindaco di Jesi che, con grande senso di responsabilità, non dice sì o no a prescindere, ma insieme alla maggioranza chiede di valutare e approfondire bene gli aspetti prima di esprimere la propria opinione rispetto alla quale, peraltro, si cerca una ampia condivisione tra tutte le forze politiche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2019 alle 07:16 sul giornale del 15 giugno 2019 - 1301 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Jesiamo, jesinsieme

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8AJ





logoEV