Insime Civico sulle opere pubbliche: 'C'è un po' di confusione'

cartello stradale 3' di lettura 19/06/2019 - Tutto è possibile in una Amministrazione Comunale tenendo conto delle problematiche di vario genere, ma leggendo alcune notizie e risposte negli ultimi mesi da parte di questa Amministrazione si potrebbe avere un po’ di confusione.

Lavori scuola Martiri della Libertà. L’Assessore Renzi: «Adeguamento strutturale e antincendio completati entro luglio, il plesso riaprirà per il prossimo anno scolastico» datato 7 febbraio 2019. Saranno rispettate le tempistiche date per l’ultimazione dei lavori alla scuola Martiri della Libertà.
Così l’Assessore ai lavori pubblici riguardo la scuola primaria di via Asiago interessata da lavori di adeguamento strutturale e antincendio. La ditta che si è aggiudicata l’appalto ha avuto alcuni problemi nella cessione di un ramo d’azienda ma si assicura il rispetto della tempistica.
JESI, 14 giugno 2019 I lavori alla scuola Martiri della Libertà non termineranno nei tempi previsti. La struttura di via Asiago non è pronta, Gli alunni e le alunne avrebbero dovuto rientravi a settembre prossimo con l’inizio del nuovo anno scolastico. I lavori, lo aveva detto l’assessore ai Lavori pubblici, sarebbero dovuti terminare a luglio. La situazione che si profila per le famiglie degli studenti delle classi quarta e quinta è quella di un nuovo TRASLOCO da effettuare. I lavori hanno incontrato difficoltà a causa della «cessione di un ramo d’azienda». Perciò gli alunni possano rientrare nello stabile di via Asiago dopo le vacanze di Natale.

Impianto semaforo Via Paladini 3: incidenti nel periodo che va da marzo ad aprile e il 7 maggio riattivato per il cambio della scheda, perciò più di 30 giorni per la sistemazione con incidenti e danni alle persone e alle auto. Inoltre è stata eliminata una siepe il giorno prima della attivazione, bastava solamente abbassare l’altezza.

Impianto semaforo Via San Giuseppe. Anche qui dopo tre incidenti per il mancato funzionamento del semaforo venendo dalla strada del cimitero/San Marcello funziona a singhiozzo con la lanterna rossa che scompare con l’aggiunta di un altro problema segnalato da molto tempo dai cittadini ovvero la mancata sincronizzazione dei semafori tra via San Giuseppe e viale del Lavoro. Adesso il problema non è del tutto risolto ma è stata trovata una soluzione che non coincide con il codice della strada posizionando 3 cartelli dove viene indicato il mancato funzionamento della LANTERNA ROSSA e informando di transitare con il verde. Dopo questa informazione un tamponamento per leggere i cartelli che sono stati posizionati nella carreggiata potrebbe avvenire perciò sono pericolosi.

Bomba d’acqua settembre 2018 La risposta all’interrogazione che abbiamo presentato al Consiglio Comunale del 28 maggio non è stata delle migliori. Ci è stato risposto che in pratica i danni non verranno ripagati da nessuno e le risoluzioni verranno studiate con interventi a medio lungo termine nella zona San Giuseppe, Viale della Vittoria ecc., perciò dopo 9 mesi ancora non si è risolto nulla (tranne nella zona via Roma).

Ora tenendo conto di tutte le problematiche delle ditte, dei pezzi da sostituire che non si trovano, cercando così delle soluzioni posticce e non funzionanti, possiamo capire un errore di valutazione ma perseverare è diabolico. In tutto ciò chi ci rimette è sempre il CITTADINO sia perché negli incidenti può rischiare la vita, sia per i danni che nessuno rimborsa e nel caso della scuola è solamente una presa in giro per i genitori che gli è stato promesso il rientro a settembre invece si ritrovano costretti a fare un altro trasloco. Ma i cittadini, per quanto ancora devono accettare questa situazione? Si prenderanno delle decisioni in merito? Attendiamo risposte.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2019 alle 18:09 sul giornale del 20 giugno 2019 - 611 letture

In questo articolo si parla di attualità, insieme civico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8My