Pallavolo: Lardini, Pirro e Sopranzetti dal giovanile all'A1

3' di lettura 19/06/2019 - Dal settore giovanile alla serie A1: la schiacciatrice Martina Pirro e il libero Sara Sopranzetti coronano il sogno di giocare nel campionato più bello e difficile del mondo, dopo un percorso che le ha viste crescere nelle giovanili della Lardini Filottrano.

Un motivo di grande soddisfazione anche per il club, perché la “promozione” dei due giovani talenti nella rosa della Lardini che affronterà per la terza stagione la massima serie è il primo, gratificante segnale del lavoro tecnico e dirigenziale portato avanti nel tempo e intensificato negli ultimi anni.

Martina Pirro, classe 1999, cresciuta con la Pallavolo Montecassiano e approdata a Filottrano nel 2014, oltre a collezionare alcune presenze in panchina con la prima squadra, ha tra l’altro già avuto modo di esordire in serie A con la maglia della Lardini: lo ha fatto l’8 novembre 2015 in A2 nella vittoria per 3-2 ad Anagni contro il Cisterna di Latina, chiamata in campo nel quarto set dall’allora tecnico Andrea Pistola. Concluso il cammino nel giovanile (dove ha contribuito ai titoli regionali under 16 e 18 del 2015 e del 2016), ha giocato in prestito a Jesi in B2 nella stagione 2016/17 (arrivando alla semifinale playoff) e a Moie in B1 nello scorso campionato.

“Mi rendo conto che mi si presenta un’occasione che non tutte le giocatrici riescono ad avere. Sono molto emozionata, ma al tempo stesso non vedo l’ora di iniziare. Ho tanta voglia di lavorare per continuare a crescere, a maggior ragione in una squadra con tante atlete di alto livello. In questi anni ho giocato sia come opposto che come schiacchiatrice, quest’ultimo è il ruolo che sicuramente preferisco: sono certa che allenandomi ogni giorno in una squadra di serie A1 potrò migliorare ulteriormente il fondamentale della ricezione”.

Anche Sara Sopranzetti, classe 2001, arrivata a Filottrano nel 2015 dopo gli inizi nella Vittorio Bachelet Pallavolo Montelupone e un anno in serie C a Corridonia, ha avuto modo di “respirare” l’aria della serie A con la Lardini in occasione di alcune gare di serie A2, pur senza scendere in campo. Con Filottrano ha vinto il titolo under 18 del 2016 e disputato i tornei di serie D e C, prima di affrontare l’esperienza in B1 a Moie nella scorsa stagione. “Sono felice e ringrazio la società per questa opportunità. So che devo fare tanto e questo è un motivo di grande stimolo. Mi aspetto di continuare a migliorare e raggiungere l’obiettivo di essere una buona giocatrice”. Un momento importante nel suo percorso è stato il passaggio da schiacciatrice a libero, fortemente voluto dai tecnici Giuseppe Nica e Giorgio Vitali. “All’inizio ho fatto un po’ di fatica, perché alcune situazioni di gioco non mi riuscivano in maniera spontanea. Poi con l’impegno in palestra e un po’ di esperienza in campo le cose sono venute più semplici. Credo di essere anche cresciuta caratterialmente, riuscendo ad andare oltre l’errore. Sono contenta di potermi ora confrontare con tante brave atlete e sono pronta a raccogliere i loro consigli e quelli dello staff tecnico”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2019 alle 17:32 sul giornale del 20 giugno 2019 - 503 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, filottrano, Lardini Filottrano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8Mk





logoEV