Chiaravalle: il comune assegna un alloggio a Roberto Pellonara

chiavi casa immobile 1' di lettura 15/08/2019 - Dopo vari interventi di Fabio Amici dell’Acu Marche (Associazione consumatori ed utenti delle Marche) Roberto Pellonara finalmente ha una casa.

«Avevo ospitato Pellonara anche a casa mia pur di aiutarlo e a non vivere all’addiaccio soprattutto nei mesi freddi – dice Fabio Amici - ed ora finalmente, grazie anche all’impegno di Acu Marche, che ha anche attivato l'intervento del Difensore Civico della Regione Marche, Avv. Andrea Nobili, vediamo soddisfatte le sue legittime esigenze.

Nessuno chiedeva la luna ma solo il riconoscimento di un diritto che in un paese civile dovrebbe essere garantito a tutti.

In un’era dove si è molto sensibili agli animali, al denunciare soprusi e violenze su di essi, a maggior ragione si dovrebbe essere sensibili e solidali con gli esseri umani che spesso vivono in condizioni critiche e sono soli.

Queste considerazioni vengono alla luce soprattutto visitando i social, dove vengono sottolineati gli abbandoni di cani e gatti ma non vengono quasi mai evidenziate gravissime situazioni in cui vivono persone sole, anziani o emarginati dalla società».

Pellonara viveva in condizioni critiche nel garage di un palazzo in via Verdi dove risiede anche la sorella.

Il sessantenne aveva cercato inutilmente lavoro e aveva bussato più volte alla porta del Municipio per avere un alloggio a Chiaravalle,

Ora, grazie anche al reddito di cittadinanza usufruito da Pellonara ed all’assegnazione da parte del comune di un alloggio dignitoso, il sessantenne può finalmente guardare al futuro con speranza e maggiore serenità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-08-2019 alle 12:45 sul giornale del 16 agosto 2019 - 2244 letture

In questo articolo si parla di attualità, acu marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0Jg





logoEV