Ladre di cosmetici provano a scappare con la refurtiva, arrestate dai Carabinieri

1' di lettura 14/08/2019 - Ladre di prodotti di cosmesi, ma anche di accessori per la casa, bloccate mentre cercavano di portare via la merce appena rubata con l'auto.

I Carabinieri della Compagnia di Jesi hanno arrestato due donne per furto aggravato in concorso.

Si tratta di due ragazze rispettivamente di 40 e 41 anni, in trasferta da Ancona a Jesi.

Martedì sera, nel centro cittadino, i militari della pattuglia del Nucleo Radiomobile in servizio di prevenzione dei reati contro il patrimonio, hanno notato due donne uscire con due borse rigonfie da un negozio.

Le donne, alla vista della pattuglia, hanno provato a sgattaiolare via salendo frettolosamente a bordo di un’auto, cercando così di evitare il controllo.

Ma sono state prontamente fermate e l'auto perquisita: all’interno svariati prodotti commerciali di cosmetica.

Le successive verifiche non hanno lasciato alcun dubbio: ”era merce appena rubata nel negozio”. Per non fare attivare i sensori antitaccheggio ad una pochette era stato tagliato il codice a barre.

Nell’auto sono stati rinvenuti anche prodotti per decorazioni artistiche, risultati rubati sempre nella stessa giornata del 13 agosto presso un altro esercizio commerciale jesino.

I militari hanno recuperato la refurtiva ed hanno condotto le due donne in caserma dove sono state dichiarate in arresto. La merce, per un valore complessivo di circa 500 euro, dopo l’inventario, è stata restituita ai rispettivi proprietari.

Il Tribunale di Ancona mercoledì ha convalidato l’arresto di entrambe le donne.






Questo è un articolo pubblicato il 14-08-2019 alle 14:26 sul giornale del 16 agosto 2019 - 3419 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0HY





logoEV