Coro Polifonico David Brunori in concerto a Villamagna e Monteroberto

2' di lettura 19/08/2019 -

Nel folklore e nelle tradizioni l’anima delle comunità. Saranno incontri con la storia e le matrici intime dell’anima popolare i prossimi concerti del Coro Polifonico David Brunori di Moie.

Venerdì 23 agosto la formazione sarà in Abruzzo per partecipare alla Rassegna di Canti Villamagna n’ Folk: alle 21 l’esibizione in Piazza Santa Maria della cittadina di Villamagna (Ch) insieme al Coro organizzatore Francesco Paolo Tosti di Francavilla a Mare e ai cori Incanto Teatino di Torrevecchia Teatina e Centro Sociale S. Margherita. La manifestazione è patrocinata dal Comune di Villamagna e dall’Associazione Cori d’Abruzzo Chorus Inside.

Un’immersione sia nel folklore, punto di riferimento per risalire ai caratteri più genuini e spontanei delle culture, sia nei riti e nelle memorie abruzzesi, in cui grandi centri e piccoli borghi sono uniti dal senso profondo di partecipazione e tradizione della sua gente.

Nel corso della giornata le formazioni ospiti saranno guidate alla visita del borgo collinare, le cui origini storiche risalgono al IX secolo, con il primo insediamento dei monaci benedettini.

Sabato 24 agosto alle 21 i Cori Adulti e Voci Bianche D. Brunori parteciperanno a Monte Roberto all’Omaggio al SS Crocifisso, nell’ambito della festa celebrata annualmente, segno di una devozione documentata da cinque secoli e vissuta nella dimensione personale e comunitaria.

La musica e il canto accompagneranno durante la serata la lettura dei Vangeli della Passione e Morte di Gesù nei dialetti napoletano, barese, calabro e marchigiano, coordinata dal prof. Manlio Baleani, autore e cultore della letteratura dialettale.

Il Coro Polifonico David Brunori sarà diretto dal M° Alessandro Benigni e il Coro Voci Bianche dal M° Geogia Amadio. Le voci, nel racconto e nel canto sono così ancora oggi gli strumenti più autentici capaci di esprimere lo Spirito e la Parola, di tramandare di generazione in generazione vicende e sentimenti, di “contaminare” e permeare la cultura, la vita e la spiritualità delle comunità del nostro tempo. E nel canto corale l’unione di voci diverse, avvolte in un’unica armonia, diventano simbolo di una vitalità in divenire e componente essenziale di ogni autentica cultura.

«Il canto ha un significato importante nella storia e nella cultura religiosa di ogni popolo. - ha spiegato il presidente del Coro Olivio Mazzarini - È capace di trasmettere messaggi e contenuti dando voce all’umanità in modo profondo e alto. Infatti molti canti creati in un tempo e in un luogo preciso divengano patrimonio di tutti, in ogni luogo e tempo. Perché la musica è fatta di vibrazioni fisiche e il mondo delle sensazioni, dei sentimenti, dei ricordi si unisce al mondo delle armonie e delle melodie.»








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-08-2019 alle 22:59 sul giornale del 20 agosto 2019 - 1517 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, moie, maiolati, coro polifonico david brunori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0PD