Il Consorzio Agrario di Ancona investe su un’agricoltura sempre più moderna

2' di lettura 15/09/2019 - Inaugurato il nuovo centro di stoccaggio di Sant’Elena di S.S.Quirico Vallardi: “Valorizziamo i nostri territori, difendiamo il made in Italy”.

“Valorizziamo insieme questi nostri territori, difendiamo il made in Italy”. Questo l’appello con cui il presidente della Commissione Agricoltura del Senato, Gianpaolo Vallardi, ha chiuso sabato mattina, a Sant’Elena di Serra San Quirico, la cerimonia di presentazione del nuovo centro di stoccaggio cereali del Consorzio Agrario di Ancona.

Di fronte ad una ricca platea di operatori agricoli, rappresentanti delle organizzazioni professionali e delle istituzioni, sono stati il presidente ed il direttore del Consorzio, Alessandro Alessandrini e Andrea Novelli, a sottolineare l’importanza di questa nuova struttura, realizzata secondo i più moderni criteri architettonici e funzionali. Una importanza duplice: innanzitutto perché diventa strategica nell’ammasso dei cereali dell’intera Vallesina, secondariamente perché si inserisce in quel solco di rinnovamento dei centri di raccolta per un’agricoltura sempre più moderna e al passo con i tempi.

Con questo nuovo centro, il Consorzio Agrario di Ancona - forte di 34 sedi distribuite in tre province - rafforza la propria leadership nella raccolta e commercio di cereali nelle Marche con una capacità di oltre un milione di quintali. Nei 1800 mq, di superficie, capaci di raccogliere oltre 50 mila quintali, hanno già trovato allocazione orzo (straordinaria la raccolta quest’anno nelle Marche) e grano duro di cui la nostra regione è la terza produttrice a livello nazionale.

E proprio verso il sostegno ai seminativi, in particolare i cereali che rappresentano l’ossatura dell’agricoltura marchigiana, che si sono rivolti appelli alla Regione, affinché le politiche legate ai Piani di Sviluppo Rurali siano sempre più orientate a rafforzare le eccellenze del settore primario, provando ad abbattere una burocrazia che è il peggior nemico dell’agricoltura.

Emblematico proprio l’esempio di questo nuovo centro di stoccaggio: per la sua realizzazione sono stati necessari oltre 11 anni per ottenere le varie autorizzazioni. Sostegno e incoraggiamento dalla parlamentare di Jesi Martina Parisse e da tutte le autorità intervenute: il consigliere Enzo Giancarli, in rappresentanza della Regione Marche, il presidente della provincia Luigi Cerioni, l’assessore all’agricoltura del Comune di Serra San Quirico, Veronica Sargenti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2019 alle 08:53 sul giornale del 16 settembre 2019 - 660 letture

In questo articolo si parla di attualità, Consorzio agrario

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baC3





logoEV